Solo un tempo non basta. Gol sbagliati e punti buttati.

10
355

Sharing is caring!

Solo un tempo non basta. Gol sbagliati e punti buttati.

Ma perché tutte le volte bisogna regalare punti a sta specie di squadra io non so. Squadra che però ha un’idea di gioco, lo ammetto, ma che era reduce da 3 sconfitte consecutive. Nel primo tempo dovevamo essere 2 a 0, senza patemi. Buon primo tempo del Toro che gioca e crea occasioni, e che dopo aver segnato con Rincon, azione da schema di calcio d’angolo, essere stato salvato da Sirigu, nell’unica sbavatura difensiva, ha sbagliato poi il più facile dei gol con Verdi proprio al 45 esimo. Errore che ha rivitalizzato Berardi e compagni. Insieme con il gol fallito dal Gallo di testa su pennellata di Verdi, stavolta. Oggi il cambio Laxalt e Verdi non ha funzionato. Gran gol di Boga, ma squadra granata troppo indietro. Troppo molle. Sparisce il centrocampo, Aina patisce Berdardi manco fosse Pelè. Perse le distanze e subito davvero troppo il ritmo del Sassuolo, che dopo i nostri errori si è ripreso e ha ripreso a giocare. Assurdo davvero buttare punti così. Passo indietro di Berenguer, inutili gli inserimenti di Millico, incrocio dei pali da urlo, e Meite. Ma cosa aspettiamo a trovare un posto a Millico? Il Toro non doveva perdere più, e cade fallendo l’occasione tra le più facili, così diceva la classifica. Ora la partita difficilissima con l’Atalanta, senza Rincon e Aina. A centrocampo mancano uomini e qualità. Ma noi aspettiamo, che Bonifazi si decida, che Iago scelga, intanto il tempo passa. Il patto era di non vedere più spezzoni come il secondo tempo, senza nerbo, senza senso. Perchè i tifosi emiliani fischiavano, e noi dovevamo chiuderla. Nei minuti finali della partita Sky coglie Sirigu urlare di metterci più rabbia, più grinta. Ecco questo purtroppo mi sembra il rimpianto, l’ennesimo, di questa stagione. Mazzarri, da me applaudito col Bologna, torna nella contestazione e sulla graticola. Giusto così, tenere alta la tensione è compito suo, ci sta lavorando da due anni, troppi. Laxalt sbaglia facile di testa e si chiude.

10 Commenti

  1. Non ho nemmeno la forza e la voglia di fare un articolo. Stavo per farne uno dopo il colloquio telefonico con un Dirigente granata ma che senso ha?
    Mi sono sentito dire che la squadra è a posto a centrocampo perchè ormai Mazzarri punta sul 3421 o sul 3511 utilizzando Verdi di raccordo tra centrocampo e punte. Che 4 mediani bastano. Non serve un faro , uno con fosforo a centrocampo per risolvere queste partite. Non so più cosa pensare.
    Siamo i benefattori del campionato abbiamo tirato fuori dalla crisi di risultati Lecce, Samp, Udinese, Spal e Sassuolo. Allucinante. Sono 15 punti potenziali che se fatti ci mettevano a ridosso della Lazio a 42 punti
    E non ho contato i 2 punti gettati a Verona
    Colpa di Mazzarri? Oggi mi verrebbe da dire di sì ma non ho la verità in tasca. Verdi forse non andava tolto perchè seppure nella ripresa non stesse più giocando alla grande , comunque teneva il Toro in fase offensiva invece uscito lui è cambiato tutto in peggio
    Il Dirigente di Cairo ha detto che abbiamo anche Ansaldi e Laxalt potenziali mezzali per il centrocampo. Non è vero non è il loro ruoilo naturale, anche se bravi sono adattati in quelle posizioni.
    E Mazzarri poteva inserire Millico prima . Un giovane esuberante come lui non puo giocare e risolvere partite in 15 minuti anche se oggi stava per riuscirci.
    Anche oggi sconfitta di testa non di fisico o altro. Le testa non è a posto eppure si pensava che lo fosse dopo 3 risultati positivi. Non si puo vincere a Roma e perdere con Spal e Sassuolo non si può.
    Adesso arrvia lk’Atalanta in campionato e il Milan in Coppa . Entrambe sono in un ottimo stato di forma e quindi sarà dura o forse no, forse è meglio per noi affrontare queste squadre perchè se fossero Lecce e Samp ci sarebbe da preoccuparsi ….a proposito dopo l’Atalanta affroniamo il Lecce e la Samp appunto…si fa dura molto dura.
    Eppure avevamo rimontato . Avevamo recuperato in classifica, avevamo ritrovato autostima, io questo autolesionsmo non riesco nè a capirlo nè soprattutto ad accettarlo

  2. -Djordy,
    ho letto i tuoi commenti anche sugli altri post,che ritengo pienamente condivisibili senza l’aggiunta di altro. Certo che l’ennesima amarezza brucia,e non poco,anche se ormai dovremmo essere abituati.
    In merito al tuo colloquio col dirigente ,non v’era da aspettarsi risposte diverse data la sua posizione in seno a questa pseudo-società.
    Comunque sia,sempre e comunque FORZA TORO,nella buona e cattiva sorte.
    Il solito caloroso saluto da un vecchio cuore granata.
    FVCG( ora e per sempre).

  3. Cari Diego e Dj
    Il campionato è finito ieri sera (come quasi tutti gli anni a gennaio)
    La partita con la Dea non la conto nemmeno perché a 20/30 minuti dall’inizio sarà già finita… e di conseguenza non mi inquieto
    La coppa è un’allucinazione psicotica per quanti la considerano un obiettivo reale
    Aspetto la partita con il Lecce
    Per imprecare e disperarmi
    Il mercato di gennaio serve unicamente a Cairo per “cambiare” tifosi con esperimenti sociali… più li fa incazzare piu il metodo funziona…
    Quello estivo porterà al grande incasso e alla grande depressione
    Su questo ultimo punto mi sto portando avanti con il lavoro

  4. Ho letto attentamente quello che avete scritto, sto cercando qualcuno che mi illumini, perché mi brucia talmente tanto questa sconfitta che non so più nemmeno cosa dire. Colpa di Mazzarri? Anche. Le occasioni per segnare le abbiamo create, ma non abbiamo segnato e sul più bello ci si è perso la marcatura di Berardi lasciato inspiegabilmente solo e libero di battere a rete indisturbato. Ma non so che dire. Che a centrocampo manchi qualità lo abbiamo spesso detto un po’ tutti. Che Mazzarri abbia avuto più ombre che luci nella gestione del gruppo e nel gioco lo abbiamo visto e detto un po’ tutti. Ma Cairo? Dove sta Cairo? Se si vuole evitare la contestazione bisogna anche collaborare, rimediare agli errori commessi finora, altrimenti non se la si può prendere sempre con chi contesta. Ma forse non c’è la volontà, purtroppo. Ma Cairo spieghi perché non c’è l’ha la volontà almeno

  5. Cairo, da grande uomo quale sicuramente reputa se stesso, compare solo le poche volte che la squadra vince.
    Non compare mai quando perde, non commenta mai le scelte scellerate e vergognose di mercato da lui decise, non c’è mai quando le situazioni di malcontento e contestazioni peraltro comprensibilissime, sono in atto e anzi aumentano a dismisura.
    Non prende e non prenderà mai la decisione drastica di cambiare l’allenatore, dopo due anni di gioco pessimo e risultati comunque scadenti.
    E non parlatemi, per favore, del settimo posto dell’anno scorso, se poi e’ stato seguito da un mercato farsa fatto nell’ultimo giorno e condito dalla vergognosa frase “rosa già troppo forte così, quindi difficilmente migliorabile” ( infatti in Europa League non ci siamo neppure arrivati, come in fondo voleva l’azionista per evitare altri esborsi finanziari)
    Questo e’ il presidente e proprietario del ns. Torino.

  6. -Nel tentativo di addolcirmi,almeno parzialmente,la bocca sto assistendo all’incontro di calcio Liverpool-Manchester United.
    Il commento? I telecronisti hanno appena detto:”Questo non è calcio,è poesia”.
    Di rimando mi è venuto bene controbattere”Al contrario questo nostro non è calcio,è una cloaca”.
    Fratelli granata,che tristezza. Evidentemente chi è preposto a questa per nulla edificante situazione si trova a proprio agio nel guazzare in un mare di guano.” ….ed il NAUFRAGAR mi è dolce in questo mare”.
    Vi prego di scusare e comprendere questo mio stato d’animo,credo comunque comune alla maggior parte di vecchi e giovani cuori granata.
    FVCG (ora e per sempre).

  7. No excalibur 42 comprendo benissimo e visto il risultato del Cagliari che non è andato oltre il pareggio a Brescia e il Milan che ha vinto in rimonta in extremis 3 a 2 con l’Udinese la cosa mi brucia ancora di più. Occasione superpersa. Ma tant’è, ormai è andata

  8. @Leloup: lo so che è difficile e mi rendo conto che suoni blasfemo o contraddittorio ma ancora non è tutto perduto , parlo del campionato
    Anch’io mi sono veramente scoglionato per l’uitma socnfitta ma I motivi, quei pochi per un briciolo, un barlume di ottimismo sono questi:
    1- Il Toro alterna alti e bassi , ma i bassi sono emersi soprattutto nelle partite da vincere a ogni costo. Ora arrivano due partite dure, difficili. Da vincere anch’esse ma con risultato assolutamente non scontato anzi con i favori del pronostico per gli avversari. Quelle dove questo Toro da il meglio. Sperare in due belle partite non è utopia
    2- Il Toro ha preso una media più o meno di 2 vittorie e una sconfitta ogni 3 partite negli utlimi due mesi. Vorrebbe dire 6 punti ogni 3 partite ovvero 2 a partita come media . Da domani a fine partita mancano 18 partite. 36 punti che sommati ai 27 attuali sarebbero 63 punti guarda caso come lo scorso anno , ma quest’anno c’è più equilibrio e a mio avviso stavolta batserebbero per il 6 posto
    3- Siamo ai Quarti,. Giochiamo contro un Milan gasato ed euforico . Meglio molto meglio. Se fosse stato depresso o in crisi erano guai
    4- Nnonstante la sconfitta di Reggio il Toro non ha perso troppo terreno: solo il Milan ne ha approfittato scavalcandoci di un punto. Il Napoli ha perso in casa mentre Cagliari e Verona non sono andate oltre il pari . Il Parma ora sta perdendo con le merde.

    Cosi come è bastato poco per spegnere un mini entusiasmo che tentava di riprendere quota , bastera poco per riaccenderlo. L’Atalanta e il Milan di questi giorni fanno paura? Meglio.
    Quindi la depressione puo aspettare , non è ancora ora di deporre le armi.

  9. Lo penso anch’io non è ancora tutto finito. Se battiamo l’Atalanta poi andiamo a Milano a giocarci la semifinale di Coppa Italia. Battere l’Atalanta è difficile ma è cosa non impossibile. Ormai il Toro di quest’anno ci ha abituato a tutto e al contrario di tutto. A patto però che si cambi registro immediatamente e questo lo deve fare Mazzarri per primo. In un mese ci giochiamo in po’ tutto il preseguio della stagione. Speriamo che mister e giocatori lo capiscano stavolta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui