È morto Gianni Mura, maestro del giornalismo italiano

4
172

Sharing is caring!

Si è spento questa mattina all’ospedale di Senigallia (Ancona), per un attacco cardiaco improvviso, la storica firma di Repubblica. Nato nel 1945 a Milano, ha scritto pagine memorabili sullo sport e l’Italia

È morto questa mattina all’ospedale di Senigallia (Ancona) Gianni Mura, maestro del giornalismo italiano. Fatale un attacco cardiaco improvviso. Nato a Milano nel 1945, ha scritto pagine memorabili dello sport e sull’Italia degli ultimi decenni. Dopo i primi passi da giovanissimo alla Gazzetta dello Sport, è stato una delle storiche firme di Repubblica per oltre 40 anni. Oltre al calcio, è stato uno dei più grandi a raccontare il Tour de France.


Nel 2007 scrisse il suo primo romanzo “Giallo su giallo”, vincitore del Premio Grinzane. Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha fatto pervenire a Repubblica un messaggio di condoglianze a nome dello sport italiano.

(fonte: Sky Sport)

4 Commenti

  1. Mi dispiace molto, ottimo giornalista della scuola dell’altrettanto grande Gianni Brera.
    Una firma del vero giornalismo sportivo e non, sempre chiaro obiettivo e trasparente, che purtroppo se ne va.
    Riposa In Pace, Gianni.

  2. Qualche sera fa su Rai sport hanno trasmesso la replica di una trasmissione interamente dedicata al Toro dello scudetto ’76. In studio c’erano Pecci, Zaccarelli e Claudio Sala, oltre a Gianni Mura. Immagino che l’abbiate vista. Tra i tanti filmati, ricordi, interviste, c’è stato il momento in cui Mura affettuosamente rimproverava il Poeta di segnare poco per troppo altruismo. Era suo grande estimatore dai tempi del Monza, e ricordava come in quel Toro giocassero in pratica tre registi, tutti presenti in studio. Belle cose…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui