Toro è iniziata l’era Vagnati

1
161

Sharing is caring!

In casa Toro è iniziato un nuovo ciclo, un nuovo progetto, una nuova era quella che porta la firma di Davide Vagnati, futuro responsabile dell’area tecnica del Toro.
Ieri per lui il “primo giorno di scuola”, con l’arrivo al Filadelfia, i primi colloqui con mister Longo, Barile e Moretti, per adesso rigorosamente a distanza e con la mascherina, le prime emozioni e sensazioni espresse nell’ intervista ai microfoni di Torino Channel.
Molto significative le prime parole del nuovo direttore sportivo granata. Come ha descritto con emozione, nell’entrare al Filadelfia, il primo sguardo è stato rivolto ai vecchi spalti che gli hanno trasmesso un forte senso di responsabilità e appartenenza.
Ha sottolineato la voglia di iniziare ad impegnarsi subito in questo nuovo percorso e di instaurare un ottimo rapporto con tutte le persone che lavorano per il Torino F.C.
Ma le sue parole più importanti sono state quelle legate alla quotidianità e al desiderio di avere una comunicazione diretta. Si è definito un “uomo di campo” con l’intento di instaurare un contatto e un confronto diretto, di stare vicino alla squadra e al mister, volendo essere chiaro (concetto ripetuto più volte) ed assumendo l’importante ruolo di “problem solving”.
Per Vagnati, ex centrocampista, ora giovane ed emergente direttore sportivo, sarà una sfida molto stimolante.
Dopo l’esperienza alla Spal, dove è riuscito a portare la squadra di Ferrara dalla Seconda Divisione alla Serie A, inserendo in una realtà come quella spallina giocatori importanti (Petagna, Bonifazi, Floccari, per fare alcuni esempi). Inoltre ha valorizzato il lavoro di mister Semplici con il quale ha fatto sognare i tifosi della Spal scolpendo nella loro mente momenti e gioie che non si dimenticheranno mai e puntando su ottimi giocatori come Lazzari.
Bava è tornato a gestire il settore giovanile, ruolo che negli scorsi anni ha svolto con competenza e professionalità, conseguendo ottimi risultati. Anche il suo lavoro da ds svolto in questi mesi non sarà vano, considerando anche la riorganizzazione di una valida area scouting ora dotata di un prezioso database.
Adesso la palla passa a Vagnati che ha tutte le carte in regola per svolgere un grande lavoro in un importante e calorosa piazza come è quella granata.

Giovanni Goria

1 commento

  1. -Con tutta quest’aria di rinnovo pare di respirare una ventata di aria nuova, se non fosse che al timone della nostra barca il timoniere, si teme,sarà sempre lo stesso e con i risultati che purtroppo ben conosciamo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui