Intervista esclusiva di Tuttosport a Schelotto.

7
314
Ezequiel Schelotto
Ezequiel Schelotto, esterno del Brighton

Sharing is caring!

 In Argentina, per tutti, è semplicemente “el galgo”: il levriero. Anche se, in cuor suo, si sente soprattutto “guerrero”: un combattente. L’una e l’altra anima di Ezequiel Schelotto, l’una più l’altra, potrebbero tornare decisamente utili a tante realtà del nostro campionato. Come al Torino, chiamato a colmare evidenti lacune numeriche sugli esterni. Quel Torino del futuro che, allungato a +6 sulla zona salvezza, sta prendendo forma giorno dopo giorno nella testa di Vagnati. Secondo ragionamenti che includono anche il nome una vecchia conoscenza del calcio italiano – intesa per le otto stagioni trascorse Serie A più che per i 31 anni sulla carta d’identità – come l’attuale terzino destro del Brighton. A maggior ragione (dettaglio che ha attirato anche l’interesse del Benevento) per il fatto che l’ex Cesena, Atalanta e Inter, tra le altre, al termine della Premier League vedrà scadere il proprio contratto. «L’obiettivo è centrare la salvezza, poi si vedrà – indaga nel proprio futuro l’italoargentino, che è nato a Buenos Aires ma ha vestito anche la casacca della Nazionale azzurra ed ora è assistito dall’agenzia First Management – La società vorrebbe che restassi e in Inghilterra mi trovo molto bene, ma durante la carriera ho imparato a non chiudere nessuna porta. Tanti club hanno già bussato e ho intenzione di ascoltare tutti, Torino in primo luogo».

(fonte tuttosport.com)

7 Commenti

    • -Penso abbiate ragione dato che, a quanto sembra, sono il solo ad avere problemi del genere.Spero di essere in grado di risolverli, data anche la mia scarsa domestichezza con il pc.
      Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui