Nostra intervista a Carlo Testa

2
2681

Sharing is caring!

Abbiamo raggiunto telefonicamente Carlo Testa, lontano da Torino per qualche giorno di vacanza, e approfittando della sua cortesia e disponibilità gli abbiamo rivolto qualche domanda.

Ciao Carlo, grazie per aver accettato di rispondere a qualche domanda. Innanzitutto come stai? Ti stai riprendendo dalla brutta avventura?

Buongiorno Direttore, buongiorno a tutti gli amici di cuoretoro e ai fratelli granata. Grazie per avermi chiamato e rispondo subito alla tua domanda, sto bene sto recuperando e ho tanta voglia di tornare ripresentandomi in forma davanti agli occhi dei miei fratelli granata.

Ieri sono state presentate ufficialmente le nuove maglie, le prime reazioni sembrano molto positive. Cosa ci vuoi dire a riguardo?

La presentazione delle maglie, dal mio punto di vista, è stata fatta molto bene dalla Joma in collaborazione con la società. Granata Store si è mosso molto bene e devo dare atto ai miei figli, che sul web sono dei fenomeni, che il sito di Granata Store, da quanto ho capito è bollente. Quindi le vendite online vanno molto bene, siamo molto soddisfatti per questo. Del resto ogni anno bisogna cambiare, poi possono piacere più o meno i prodotti ma ho visto un grande salto di qualità e vorrei fare i complimenti alla Joma per l’attività svolta in una stagione molto difficile, un’attività che ci vede soddisfatti tutti quanti e ci dà tanta forza per ricominciare alla grande.

Tra poche settimane dovrebbe, il condizionale purtroppo è d’obbligo, ricominciare il campionato. Che sensazioni hai? Che sviluppi prevedi e ti auspichi?

Sul campionato c’è la possibilità che venga rinviata la partenza, non ne siamo ancora certi ma vorrei tanto e spero che si torni quanto prima alla normalità, non si parla ancora del ritorno del pubblico negli stadi, ma penso che prima o dopo, gradualmente, la gente dovrà pur tornare negli stadi, altrimenti significa non ricominciare veramente e lo sport, da questo punto di vista, dovrebbe essere trainante. Quindi mi auguro per il bene di tutti noi che questo in momento così difficile anche il calcio possa fare la sua parte per aiutare a distrarre le menti da queste brutte cose che sentiamo tutti i giorni.

Non ti puoi esimere da darci la tua opinione sul mercato del Toro.

Il mercato del Torino, non per lavarmene le mani, lo vorrei giudicare solo alla fine e così il lavoro di Vagnati che mi sembra essere partito con il piede giusto soprattutto nell’aspetto che avevo più volte rimarcato nelle dirette, vale a dire la necessità e l’importanza fondamentale che Belotti e Sirigu, oltre ad altri elementi come ad esempio Ansaldi, rimangano al Torino. Se ci fosse anche la riconferma di Nkoulou, del quale ammiro la tecnica sopraffina, oltre all’inserimento degli acquisti già conclusi e quelli che arriveranno che, da tifoso, mi auguro siano di ottimo livello, spero di poter ritornare a vedere un Toro che sia più degno e torni ad occupare posizioni di classifica consone al suo blasone, alla sua tradizione e alla sua tifoseria che lo merita.

A proposto del tifo, purtroppo da ciò che leggiamo nei commenti sul nostro sito e sentiamo in giro per la città, rimane una spaccatura profonda che non può che nuocere anche alla squadra. È ovvio che il pessimo campionato appena concluso non ha fatto che acuire questa situazione. Dacci, ancora una volta, il tuo parere.

L’ho detto più volte durante le dirette sul tuo sito, vorrei una tifoseria unita, che possa restare vicina alla squadra perché in fondo in fondo il dovere di un tifoso è anche quello di dare il suo contributo alla squadra con il tifo, con la fidelizzazione al marchio. Una serie di elementi che nel calcio sono importantissimi, basta prendere spunto dalle squadre spagnole o inglesi. Quindi vorrei un corpo unico, ritrovare uno stadio guidato da un grande Curva Maratona dove, tutti uniti, si possa tifare un Toro degno che dovrà dare tantissime risposte. Sono sicuro che sarà così.

Grazie Carlo per la tua disponibilità, buone vacanze, riposati e ti aspettiamo sul nostro sito per riprendere le dirette così tanto apprezzate.

Ancora un ringraziamento a te Direttore e a tutti gli amici che operano per cuoretoro e ai miei fratelli granata che mi mancano tantissimo.

Per quanto riguarda le mie dirette saremo sempre collegati su cuoretoro, sulla mia pagina di Facebook sperando di ritrovare la forza e l’energia per continuare a farle al mio ritorno.

Grazie di cuore per questa intervista, ci sentiamo e ci rivediamo presto. Un abbraccio a tutti voi.

2 Commenti

  1. Grande Carletto. Una bravissima persona. Ho avuto il piacere di conoscerlo ad una pizzata con la partecipazione del fondatore del Toro Club Tonga (tutto grazie ad un grande amico comune) ed ha un entusiasmo veramente contagioso.

  2. -Un autentico cuore granata.Pure io,unitamente a mio figlio, abbiamo avuto la fortuna di conoscerlo quando lavorava in una concessionaria in corso Peschiera.Ricordo che in quell’occasione abbiamo parlato di auto per circa un quarto d’ora per poi parlare di Toro per più di un’ora e mezza.Successivamente ci siamo incrociati più volte in Maratona.Spero vivamente di incontrarlo nuovamente quanto prima.
    FVCG(ora e per sempre).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui