Toro incolore e deludente

2
321
Tomas Rincon
Tomas Rincon

Sharing is caring!

7^ GIORNATA DEL CAMPIONATO 2020/2021

DOMENICA  8 NOVEMBRE 2020, H. 15,00

TORINO  –  CROTONE:  0  –  0

TORINO (4-3-1-2): SIRIGU; VOJVODA (dal 20° s.t. SINGO), BREMER, LYANCO, RODRIGUEZ (dal 21° s.t. MURRU); MEITE’ (dal 35° s.t. GOJAK), RINCON, LINETTY (dal 44° s.t. ANSALDI); LUKIC; BELOTTI (Cap.), VERDI (dal 35° s.t. BONAZZOLI).

ALL.: MARCO GIAMPAOLO

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: RODRIGUEZ, VERDI, BELOTTI per gioco falloso.

CROTONE (3-5-2): CORDAZ (Cap.); MAGALLAN, MARRONE, LUPERTO; PEDRO PEREIRA (dal 39° s.t. RISPOLI), BENALI, CIGARINI (dal 22° s.t. PETRICCIONE), VULIC (dal 39° s.t. SILIGARDI, dal 43° s.t. CUOMO), RECA; SIMY, MESSIAS.

ALL.: GIOVANNI STROPPA

ESPULSI: LUPERTO al 42° del s.t. per doppia ammonizione (gioco scorretto).

AMMONITI: PEDRO PEREIRA per gioco scorretto; VULIC per c.n.r.

ARBITRO: FOURNEAU di Roma.

La bella partita disputata a Genova mercoledi’ scorso, con relativa vittoria, aveva creato in me delle buone aspettative, e pensavo che il Toro avrebbe fatto bottino pieno anche contro il Crotone. Invece i granata mi hanno deluso perché hanno fatto un passo indietro, non solo per la mancata vittoria, ma soprattutto per il non gioco espresso, che ha prodotto uno scialbo 0 – 0. Bisogna dire che il risultato finale è giusto, perché le occasioni avute dal Toro sono state solo due, entrambe nel secondo tempo, perché nella prima frazione di gioco i granata non hanno fatto un tiro in porta. I pericoli per Cordaz sono scaturiti da un tiro cross deviato di Gojak che ha colpito il palo, e nei minuti di recupero da un tiro di Bonazzoli, che ha sprecato un ottimo assist dell’indomabile Belotti. Per contro, il Crotone ha da subito tenuto un comportamento aggressivo, con buon giro palla, e con Cigarini che svolgeva bene il suo compito di regista. Sul finire del primo tempo, un tiro pericoloso di Pereira veniva deviato in angolo da un attento Sirigu, il quale si ripeteva nella ripresa su Messias, giocatore che è passato dal calcio dilettantistico alla Serie A, grazie ad Ezio Rossi che l’ha scoperto. Mister Giampaolo non ha ripresentato la formazione schierata a Genova contro il Grifone, ma è tornato a quella che deve intendersi come la sua squadra titolare, quindi Singo, Murru e Gojak si sono accomodati in panchina per poi disputare una frazione del secondo tempo. Nkoulou non trova più spazio nelle scelte del Tecnico, come pure Ansaldi, che ritengo dotato di buona tecnica e che potrebbe far comodo in questa squadra, il quale è stato schierato al 44° del s.t. al posto di un Linetty ancora opaco. La coppia di centrali Bremer e Lyanco ha agito bene, più ancora il primo che ha rimediato all’unica disattenzione del secondo. Belotti è stato ancora una volta indomabile, ma è parso particolarmente nervoso, probabilmente a causa della marcatura asfissiante e tenace di Magallan. Verdi non riesce a tornare ad essere il bel giocatore che militava nel Bologna, e che si era conquistata la convocazione in Nazionale. In definitiva il lavoro che dovrà svolgere Giampaolo per fare del Toro una squadra veramente competitiva è ancora molto, e penso che la Società stia già pensando a qualche correttivo da attuare, agendo sul mercato di gennaio, magari inserendo quel centrocampista di cui il Toro ha bisogno da tempo. E probabilmente sarà opportuno sfoltire la rosa, perché alcuni giocatori non fanno più parte del progetto Toro. La sosta del campionato per gli impegni della Nazionale, che a mio giudizio sarebbe stato giusto annullare considerato il particolare momento che stiamo vivendo, servirà poco a Giampaolo per rimodellare la squadra, perché tanti granata non saranno disponibili, a causa della convocazione nelle rispettive Nazionali.       

Franco Venchi

2 Commenti

  1. L’ho detto, siamo fragilini di testa, certo non aiuta il tipo di club e di società alle spalle dei giocatori. GP dovrà fare un po’ di tutto con la rosa della squadra, alcuni giocatori sono palesemente fuori progetto e altri fuori ruolo. Ci vorrà tempo e sarà un lungo purgatorio per arrivare alla salvezza. Poi queste soste veramente senza senso per la nazionale… spero sempre e ancora in uno stop generale che evidentemente non vogliono.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui