Tuttosport: proposto al Sassuolo lo scambio Zaza-Defrel

42
1135
Gregoire Defrel
Gregoire Defrel

Sharing is caring!

Come riferito da Tuttosport, il Torino ha proposto al Sassuolo uno scambio di attaccanti, ovvero Simone Zaza per Gregoire Defrel. I neroverdi hanno preso tempo per dare una risposta.

Sullo sfondo i granata stanno proseguendo i contatti per Christian Kouame della Fiorentina e Leonardo Pavoletti del Cagliari. (calcionews24.com)

42 Commenti

  1. Pavoletti sarebbe inutile a meno che non si consideri davvero Belotti una seconda punta.
    Defrel e Kouame sono due secondi punte con caratteristiche diverse. Il primo è sicuramente più “piccolo” ma anche parecchio più tecnico. Il secondo ha molta più forza ma meno qualità.
    A questa squadra serve qualità e imprevedibilità, quindi sarei per defrel anche se più vecchio.

  2. Stiamo elemosinando, barboneggiando, improvvisando, inventando come al solito. Stiamo provando a piazzare dappertutto questi scarti degli scarti pagati a suon di milioni, e che ora giustamente ti rimarranno sul groppone fino a scadenza. Finalmente TUTTI e dico TUTTI stanno realizzando quanto facciano schifo come uomini e pena come dirigenti i nostri comandanti! Io non mi aspetto nulla da questo calciomercato. Purtroppo sappiamo benisimo come finirà. Avessero voluto davvero rinforzare la rosa, e considerato lo score fin qui raggiunto (12 – DODICI PUNTI!!) lo avrebbero già fatto. Ormai non fregate più nessuno, banda di incompetenti in malafede

  3. -A mio avviso ritengo poco credibile che il Sassuolo sia propenso ad accettare questa proposta alla pari ;non mi stupirei se nella eventuale trattativa inserisse un certo conguaglio.

  4. ripeto, una squadra messa come la nostra avrebbe avuto bisogno di innesti immediati, anche perché è molto raro che un giocatore arrivi e giochi subito (ancor più nel ruolo di regista…), ma per agire con pronta celerità bisogna avere idee chiare, ma, soprattutto, intenzione di spendere. Diversamente si aspettano occasioni, scambi, si tira la corda per avere un diritto invece che un obbligo di riscatto, si cerca di piazzare qualche esubero. Con il rischio che non arrivi nessuno, o come sempre, che arrivino quelli sbagliati.
    E anche questa condotta denota scarsa lungimiranza: certo per prendere qualche buon giocatore devi spendere, ma, se vai in B, la perdita sarà ben maggiore (in tutti i sensi) della spesa che devi affrontare oggi.

  5. Tralasciando il fatto che Zaza non è un attaccante bollito e non lo considero nemmeno uno scarto, semplicemente al Toro non ha reso , ha fatto il suo tempo ed è una prima punta alternativa a Belotti, quindi non una spalla per lui ma una riserva e come tale io lo avrei anche tenuto, se Zaza fa spallucce alla panchina ed è indolente come spesso capita, giusto cederlo.
    Al Sassuolo puo fare comodo, non so quante prime punte abbia ma con Berardi ha già giocato e bene
    Defrel non è una prima punta e quindi sia lui che Kouamè possono essere la spalla giusta del Gallo , nel momento che pure Verdi e Bonazzoli sono bocciati nel ruolo.
    Ma Cairo ci ha abituati che in inverno non si fa un kazzo se non cedere esuberi, lo ha fatto quasi ogni inverno ricordo sia con Ventura che con Mihajlovic che con Mazzarri e ora lo farà con GP.
    Sfoltisce la rosa , e anzi sta aspettando di vedere se andiamo avanti in coppa italia prima di prendere chicchessia , e se verremo eliminati lui penserà solo a sfoltire . Non so se arriverà almeno un Schone svincolato a centrocampo se partisse Meitè.
    Cairo è allergico ai registi e alla qualità a centrocampo. Per Cairo i giocatori sono tutti uguali, puoi chiedere a Rincon di fare il regista o a Verdi di fare la punta no problem per lui, cosi come a Belotti di fare il terzino.
    Conta solo il bilancio e se l’ultimo bilancio era in rosso , state sereni non arrvia un kazzo di nulla.
    Se arriva qualcuno o è un prestito senza impegno , o uno scambio alla pari oppure uno svincolato.
    Tutto last minute per cercare di sttrappare condizioni vantaggiose tipo prestito gratuito, ingaggio ridotto e credo sia capace di attendere fine gennaio anche per risparmiare un mese di stipendio.
    Il fatto che il Toro sia cosi in basso in classifica per lui è tutto copla di GP e di Vagnati , colpevoli uno di non far diventare Rincon un Modric o Gojak un Messi , e l’altro di non riuscire a portare al Toro gratis senza impegno e ingaggio dimezzato Torreira, Praet, Vecino , De Paul, Veretout, Chiquinho, Casinho e Stokazzinho.
    Se le cose andranno male la colpa è di GP e Vagnati , lui se ne lava le mani, avvicenda prima GP e in caso di B Vagnati e continua tranquillo nella sua bambagia a credere di essere il più furbo.
    Ma giorno verrà in cui sarà costretto a cedere …

  6. Ma stai tranquillo che la valutazione esce a febbraio e voglio proprio vedere che danno torto a Elkann ( di questo si tratta) e ragione a lui.
    Come esce, lui è fottuto e mi aspetto anche lettere aperte e denunce da parte di a,ionisti minoranza. E mi aspetto che intesa chieda blocco conto correnti di Cairo in banche estere.
    A quel punto vedrete che sarà molto più sollecito a vendere.

  7. Io non riesco a capire la limitatezza del nostro modo di fare mercato…Defrel sono 5 anni che compare tra i possibili acquisti, c’è esiste solo lui? Io non faccio il DS però propongo giusto 2 nomi che costerebbero poco ma al contempo ci potrebbero far svoltare. Franco Vazquez (ex Palermo) trequartista ma ha fatto anche la punta, conosce il campionato ha esperienza e lo prendi con meno di 5M, a centrocampo oltre al già detto Pulgar (che a Firenze gioca col contagocce) , ma anche Danilo del Nizza oppure Pablo Rosario del PSV…il cartellino di questi giocatori non supera gli 8 M ma darebbe una bella botta qualitativa a alla rosa

  8. tralasciando il fatto che zazzzza non è un calciatore ma bensì un fenomeno da circo inutile, non credo che al sassuolo siano così idioti.

  9. Il Sassuolo, per altro, ha come prima punta Caputo, titolarissimo, quindi non si capisce perché dovrebbero cedere Defrel, che può giocare prima, seconda punta o anche esterno nell’attacco a tre, per prendere Zaza che è una prima punta… e Zaza a Sassuolo farebbe la riserva come da noi, quindi anche per lui non è una soluzione così succulenta…
    so già come finirà, cessione di Meitè e arrivo dell’ennesima mezz’ala di corsa con piedi maleducati…
    e bisogna dire che Meitè mi ha fatto inferocire in più di una partita, ma è il centrocampista più tecnico nell’attuale rosa (e impiegato bene con Longo si è visto…) e sono convinto che se giocasse con compagni più tecnici, con cui poter dialogare, potrebbe dare un apporto ben diverso rispetto all’attuale

    • Longo giocava con un triangolo di centrocampo invertito rispetto a Giampaolo, ovvero due mediani (Meitè e Rincon) e il trequartista (Edera o Verdi) più due punte e infatti con lui Lukic, l’ unica mezzala, il campo l’ ha visto poco, poco;
      Giampaolo invece fa giocare basso il regista e più avanti due mezzali più di fatto una punta (Belotti) e una mezzapunta Verdi.
      Dopo un numero di partite paragonabili e considerando (per correttezza) solo le 13 partite post-lockdown (quelle dove Longo ha goduto anche lui di un precampionato) credo si possa dire che Longo aveva sfruttato meglio le potenzialità della squadra.
      Facendo giocare il trequarti ( c’era anche la variabile Berenguer) assieme alle due punte a mio parere era riuscito a legare meglio il gioco di Belotti e Zaza che altrimenti soli soletti faticano per le conosciute carenze tecniche di entrambi.
      Cedendo Meitè, e continuando a giocare a tre in difesa, ci precludiamo una possibile soluzione tattica a meno di non fare scalare Baselli in mediana assieme a Rincon.
      Io continuo a pensare che questo sia un apprendista stregone, ma tant’è questo passa il convento.

      • infatti Longo, da alcuni criticato ferocemente, modulava la squadra e gli schemi sulle caratteristiche dei giocatori, non adattava o snaturava nessuno. Credo che questo debba fare l’allenatore, soprattutto se non hai a disposizione un mercato milionario per cui puoi chiedere i giocatori più adatti. E ricordiamo che persino uno come Sarri ha cambiato più volte modulo e stile di gioco in base a quello che aveva a disposizione…

        • I milanisti se lo ricordano, Calhanoglu prima mezzala e poi regista invece che trequartista, Suso trequartista e addirittura ala sinistra invece che ala destra, Rodriguez titolare e Theo Hernandez in panchina, Rebic altrettanto in panchina.
          C’è quel vecchio proverbio citato ne “La donna della domenica” che fa’: «La cativa lavandera a treuva mai la bun-a pera».

        • Longo ha portato la paura di perdere… l’unico che ha valorizzato questa rosa è Mazzarri 90 punti in 57 partite (1 campionato e un girone di andata)

          • La paura di perdere era data dal fatto che si stava pian piano retrocedendo in serie B con il tuo beniamino piangina …..
            Longo ci ha salvato il culo e se fosse rimasto non saremmo in questa situazione,ma purtroppo sono solo punto di vista perché il riscontro non l’avremo mai.
            Chi rimpiange il piangina vive su marte

          • Eh… Ha anche portato le 7 pere in casa con i bergamaschi e le 4 banane col Lecce. si, ha fatto la storia…

  10. Anche Pioli ne ha prese 5 dall’Atalanta e oggi è primo in classifica… Mazzarri ha fatto 90 punti in un girone e mezzo; voglio vedere quanti anni passeranno prima di fare meglio….

    • Volevo solo ricordarti che non era ancora scoppiata la grana Nkulu e neppure quella Sirigu e avevamo un Berenguer in più’ che per quanto scarso fosse era meglio di chi è rimasto. Tradotto una congiunzione di pianeti e corpi celesti….una botta di culo.

    • Difatti io stavo con Mazzarri. Il tecnico è l’ultimo dei copevoli e la colpa di Mazzarri è stata la mancanza di polso fermo e il non alzare la voce quando a gennaio 2020 Cairo invece di prendere rinforzi , ha ceduto 4 giocatori che potevano fare comodo , molto comodo tra cui Iago, Laxalt, Parigini e Bonifazi.
      la faccenda Laxalt poi è oltre il ridicolo …avevamo accordo con un certo Busi ma è finita in Busa di vacca e intanto Laxalt e pure Parigini ciao
      Avrebbero entrambi fatto comodo nel momento in cui a centrocampo boccheggiavamo e potevi inserire Ansaldi in ruolo di mezzala e pure Parigini volendo. E quando Nkoulou o Izzo erano in crisi potevi mettere Bonifazi. E Iago un po di qualità e inventiva la garantiva davanti.
      Lasciamo stare che mi innervosisco ….ma mentre allora avavmo fieno in cascina ora manco quello
      E che nessuno scarichi le colpe su Giampaolo.
      Le colpe sono 80/20 di questa situazione…80 Cairo e 20….giocatori + Cairo.
      Stop

  11. Di riscontri quanti ne volete. Nella stagione peggiore, quella degli 11 gol in 2 partite, Mazzarri ha fatto il doppio dei punti di Longo, l’anno prima ne ha fatti 63. nessuno ne ha fatti altrettanti. Date un’occhiata agli stipendi, se uno guadagna 10 volte di più dell’altro, chissà, o sono tutti matti o qualche ragione c’è. ma tanto da un orecchio entra, dall’altro esce. Il gioco di Mazzarri era antico e brutto da vedere, ma quello di Longo era persino peggiore e ancora meno propositivo. Fino ad ora Giampaolo è riuscito a fare persino un punto meno di Longo,e su questo avete ragione, ma con quel punto in più dove cazzo andavamo?

  12. Infatti si è scatenata una asta al rialzo per averlo …. a no forse ha rifiutato qualsiasi offerta perché ha deciso di prendersi una pausa di riflessione, le vacanze se le può permettere quando vuole.

  13. L’ho già detto più volte. L’unica vera colpa di Giampaolo è stata fidarsi di Cairo e firmare.
    Giampaolo è stato più che chiaro e trasparente dicendo : se volete un Toro propositivo e che giochi meglio di quello di Mazzarri allora sappiate che io pratico il 4312 è il modulo che conosco meglio. Gli altri moduli non li conosoc cosi bene, posso farli ma non sono nelle mie corde.
    Se poi a Giampaolo non gli porti i 4 cardini del suo centrocampo a rombo, mi spieghi cosa puo farci lui a parte dimettersi? Giampaolo invece è stato un uomo intelligente, ha concordato con i giocatori un cambio di modulo, ha dato fiducia a giocatori che credvamo perduti vedi Izzo , ha recuperato Sirigu, ha dato le chiavi dell’attacco al Gallo senza dargli compiti particolari ( il Gallo è libero di andare dove vuole) ha rilanciato alla grande Lyanco e Singo oltre a Lukic…ha puntato su Rincon senza distuggerlo moralmente non essendo il regista il suo mestiere, sta dando fiducia a Segre e Buongiorno , sta cercando inogni modo di recuperare Verdi , sta cercando di far crescere Gojak e non vuole bruciare Bonazzoli, ha fatto tunover quando necessario e dimostrato di potersela giocare con chiunque se solo la squadra lo seguisse come concentrazione nei 90 minuti .
    Il Toro di Giampaolo non ha mai sfigurato con le grandi escludendo la prima mezz’ora col Milan e i finali nel derby e con l’Inter.
    La squadra è compatta con lui.
    Lui poi pagherà al primo passo falso ma sia chiaro: non è lui il colpevole, cosi come era stato lasciato da solo Mazzarri e prima di lui Sinisa e dopo Longo ora tocca a Giampaolo….

  14. Ancora parliamo di allenatori? Adesso domenica andrà via Giampaolo e magari arriverà Nicola. Pensiamo veramente di salvarci con questa squadra qui? E se anche accadesse l’anno prossimo saremmo di nuovo a capo. Lasciamo stare dai

    • Gli allenatori prendono oltre 1 milione l’anno, se uno paga tanto una figura professionale non può essere ininfluente…. e il suo ruolo non può limitarsi a mettere in campo i giocatori con uno schema piuttosto che un altro. Oggi un tecnico è a capo di una squadra di tecnici che deve essere capace di valorizzare il capitale umano. Prendi una squadra che vale 50 milioni di parco giocatori e la devi restituire che ne vale 50+; valorizzare i giocatori lo fai anche attraverso i risultati… Mazzarri ha valorizzato la rosa; Ventura ha iper valorizzato ai suoi tempi, lo stesso Miha aveva creato valore; Longo ha lapidato un capitale e Giampaolo è su quella strada. Il grande errore di Cairo e di tutta la società è stata la scelta di Giampaolo; si sapeva già che se non ha la fortuna di trovare un paio di giocatori congeniali al suo credo si impunta sulle sue idee che vanno oltre il modulo. Ora si è impuntato che la squadra rende meglio se difende basso; quando il meglio di se questa squadra l’ha fatto difendendo alto.

  15. be il genoa era messo molto peggio di noi…..l’allenatore conta ….e anche vero che continuare poi ad avere Cairo ancora al comando equivale a una sciagura ancora peggiore di una retrocessione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui