Si attende la decisione per Lazio-Torino. L’Asl di Torino: “In quarantena fino alle 24 di domani”

4
716
Rolando Mandragora
Rolando Mandragora

Sharing is caring!

Questo pomeriggio attorno alle 17 è previsto un secondo giro di tamponi al gruppo squadra granata coi risultati attesi per la giornata di domani (fra le 11 e le 12). Sul rinvio della partita infrasettimanale contro la Lazio si attende la decisione della Lega. I giocatori granata con virus restano 8, dopo che gli ultimi tamponi non hanno rilevato nuovi positivi. Nuovi test sono in programma nel pomeriggio.

Se saranno ancora una volta tutti negativi “da mercoledì mattina potranno riprendere a fare il loro mestiere e scioglieremo la quarantena – ha spiegato Roberto Testi, direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Città Torino alla Gazzetta dello Sport -. Il nostro unico scopo è la tutela della salute pubblica. Devono essere prese tutte le misure di sicurezza necessarie per ché ci troviamo di fronte a un focolaio diverso, a causa della presenza della variante inglese, e l’incubazione può essere anche di dieci giorni”. Intanto, “il Dipartimento di prevenzione continua il monitoraggio e conferma, alla luce dei numerosi casi di variante inglese, la quarantena che scade domani a mezzanotte. Riunire la squadra è impossibile”. Così il direttore generale dell’Asl di Torino Carlo Picco, interpellato dall’ANSA sulla possibilità che domani il Torino affronti la Lazio all’Olimpico di Roma.

(www.gonfialarete.com)

4 Commenti

  1. A sto punto Inzaghi si attacca al kazzo insieme al suo presidente e non giocherà contro un Toro a pezzi. Magari poi la si perde comunque ma è giusto almeno giocare ad armi quasi pari . Già sono più forti non è il caso di andare li a prenderne cinque perchè questo sarebbe stato il logico destino in queste condizioni.
    E speriamo che vada tutto bene cosi ci preparaiamo per Crotone per almeno 4 giorni sperando che bastino. Non recuperiamo nessuno ma almeno chi scenderà sarà un minimo preparato
    Certo che se ci dessero lo 0-3 a tavolino voglio vedere con che coraggio poi non ci fanno recupoerare la partita come fatto col Napoli

  2. L’ASL si è espressa ma, seguendo i loro principi antisportivi, la Lega sta facendo pressioni perché si giochi
    non si giocasse non rischiamo nulla, appunto perché c’è il precedente del Napoli e in questo caso sarebbe ancora più limpida la situazione perché l’ASL si è già espressa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui