Il Toro di nuovo nel baratro

5
678

Sharing is caring!

Il Toro di nuovo nel baratro.

Nicola ha mille scusanti, su tutte il Covid che ha lasciato ad esempio Belotti in condizioni orribili. E ha caparbiamente vinto due partite contro Sassuolo e Cagliari che oggi sono importantissime. E inoltre se Ernst Happel, il mago di Amburgo, tornasse dai fasti del Prater di Vienna non riuscirebbe a insegnare come si difende a Lyanco. Uno che con un falegname di Lamstedt annullò Platini. Lyanco sa fare tante belle cose meno che difendere e non è poco per un difensore. Ci sono problemi strutturali enormi. Detto ciò grandi cambiamenti dalla gestione Giampaolo per ora non ci sono. Spiace dirlo, ma lo dice anche la media punti. Continuiamo a prendere gol stupidi, fondamentale qui il ritorno di N’Koulou. Dobbiamo sempre prendere gol per iniziare a fare qualcosa. Oggi la Samp andava forse aggredita subito. Perché aspettare vuol dire comunque prendere gol. Almeno per questo Toro. Nicola stavolta però non è riuscito a dare quella carica emozionale in più, suo pezzo forte, ma non si vive di soli nervi purtroppo. Poi c’è anche una condizione precaria, oggi a Marassi sempre secondi sulla palla. Una sola obiezione al Mister: ma se il fiato è corto, e la condizione per il Virus non ottimale, non è meglio fare qualche cambio dall’inizio, rischioso mi rendo conto, ma comunque necessario? Il Gallo stava davvero poco in piedi, invece Zaza aveva appena fatto una doppietta, Linetty e Buongiorno potevano starci, visto che Rincon non è in condizione e Lyanco non è sicuro. Insomma rischi, se volete disperazione, ma almeno una scossa atletica. La Samp oggi ha fatto poco, un buon primo tempo, il gol con la nostra solita dormita e poi ha controllato. Questo doveva fare. Nicola ha ragione meritavamo il pareggio per quanto fatto nel secondo tempo. Però qui non contano più le recriminazioni. Contano i punti e la classifica si è schiacciata verso il basso. Male per noi. Scappa il Benevento di Pippo che ha ricevuto un bel regalo dall’amico Pirlo. Il traghettatore ha regalato tre punti salvezza alle streghe. Il nuovo allenatore della Juve stasera sarà ospite di Sky. Fatti loro. Ripeto il Toro si deve, o doveva, mettere in testa di vincere delle partite, se no è inutile guardare la classifica. Lo diciamo solo da un anno e qualche mese. Ansaldi dice che Dio ci salverà, e proviamo così che mi sembra più facile.

5 Commenti

  1. Su Lyanco oramai siamo in tanti d’accordo, è brasiliano gli piace la palla, dopo e solo dopo pensa all’avversario. Lo proverei 10 metri più avanti della difesa a impostare il gioco se proprio devo metterlo in campo. Oggi non avremmo mai segnato, Ranieri – e lo ha pure detto – si aspettava esattamente quello che è accaduto: ha messo il pullman nel mezzo dell’area e il portiere sempre pronto all’uscita e noi tanta buona volontà e poco altro, la qualità manca e non la trovi dietro l’angolo. Due dei cambiati però Sanabria e Gojack non meritavano di uscire essendo tra i più positivi in campo.

  2. A che punto vuoi che sia….non c’e nessuno veramente interessato, serio e facoltoso che si presenta, tranne scappati di casa, morti di fame come quei tre rincogliiniti della conferenza.stampa e per finire avventurieri con i bitcoin e la criptovaluta.
    Ci resta solo il pesante quadrupede da sette in pagella.

  3. Diego,
    -Bisognerebbe dire ad Ansaldi che Dio forse avrà cose più serie a cui pensare e di certo non dar retta a questi
    “falabrac”- pseudo calciatori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui