Alta tensione in Lega

9
1097
Urbano Cairo
Urbano Cairo, presidente del TorinoFc

Sharing is caring!

Alta tensione nella Lega di SerieA. Nel mirino Andrea Agnelli e Beppe Marotta. Il presidente della Juventus è stato attaccato da Preziosi, Ferrero e Cairo per aver sabotato la trattativa con i fondi, mentre all’ad dell’Inter é stato chiesto di dimettersi da Consigliere FIGC. (Fonte: Nicoló Schira)

Di seguito le parole di Cairo:

“È un attentato alla salute di una associazione come la Lega: se uno come Marotta, ad dell’Inter, fa una cosa del genere si deve dimettere dalla Figc subito, e deve vergognarsi”. Al telefono con l’ANSA il presidente del Torino Urbano Cairo dopo la riunione della Lega Serie A sul tema Superlega è durissimo. “Tu sei ad dell’Inter, società che ha concepito con altre 11 il progetto Superlega, non puoi rimanere a rappresentare la Serie A in Figc perché stai attentando alla vita di una associazione – ha proseguito Cairo -. Il progetto non andrà in porto, ma chi lo ha concepito sta attentando alla lega di serie A e per questo tradimento deve dimettersi e vergognarsi. E la stessa cosa vale per Agnelli”. “Sembra che il progetto l’abbiano depositato il 10 gennaio – continua – quindi gli ho detto durante la riunione ‘come puoi venire qui a parlare di solidarietà quando hai sabotato la trattativa coi fondi, sapendo già che stavi facendo la Superlega? Come puoi andare a trattare per l’operazione fondi quando stai già lavorando alla Superlega?”. Ma come si fa? È un tradimento, è da Giuda”, ha concludo Cairo. (persemprecalcio.it)

9 Commenti

  1. Beh diciamo che i tempi si sono velocizzati per capirlo; con 350 milioni per ciascuno dei fondatori ad anno non c’è competizione interna e internazionale che tenga: la super lega è stata costituita a gennaio, e i soldi sono già stati ottenuti, come hanno tenuto a notificare all’uefa, dunque ci sono già tutte le condizioni per noi e per la UEFA di cacciarli immediatamente; è la volta buona che torniamo forse a divertirci.

  2. Il calcio nazionale forse sarà ridimensionato, rivisto su base identitaria più legata al territorio, non ho idea di cosa succederà per le normali competizioni europee, vedremo. Per quanto mi concerne, va benissimo così, noi del Toro abbiamo poco da perdere e forse è veramente l’occasione di tornare ad un calcio più ruspante e vero. Vedremo cosa succederà con la super cazzuola, potrebbe rivelarsi un tentativo di mediazione per salvare i debiti dei club ricchi, perché di questo parliamo.

  3. Io non vi capisco, veramente.
    Quindi andrebbero via le Squadre più blasonate e forti, il Campionato italiano perderebbe appeal, valore, diventerebbe non dico un torneo da oratorio o quasi, ed a voi andrebbe bene? Il calcio per come l’abbiamo conosciuto e per il quale siamo diventati tifosi sarebbe morto definitivamente ed a voi andrebbe bene solo perché le merde non potrebbero più vincerlo?
    Io sono veramente basito da certi ragionamenti ultra provinciali.
    Spero ovviamente è fortemebte che le squadre protagoniste di questa porcheria tornino sui loro passi, con la coda fra le gambe e completamente smerdate, ci sia una rivoluzione nel calcio ma all’opposto di quanto previsto da questi qua.
    Altrimenti per me il calcio non ha più alcun interesse

  4. Allora, giocare in un campionato con meccanismi più equi m’interessa, eccome, giocare in un Campionato con meccanismi più equi ma ridotto a poco più di un torneo di peracottari, non considerato da nessuno e quindi praticamente senza un euro (e questo sarebbe un campionato senza le strisciate, piaccia o meno), non m’interessa minimamente.

  5. Considerare il calcio italiano senza le tre strisciate un calcio da soli perecottari…. mi sembra un po’ esagerato. Allora sposi la tesi che un’Atalanta non dovrebbe mai fare la scempions et similia? Le 3 strisciate hanno un peso del 40-50 per cento del calcio italiano, forse anche di più’. Stop. Ma non ci dimentichiamo di tutto il resto… c’è’ ancora vita oltre le stelle.

    • Intendo che un calcio senza strisciate perderebbe sponsor, soldi, considerazione ed in questo senso la Serie A, già anni luce lontana dai fasti degli anni 90, verrebbe considerata alla stregua di un torneo di peracottari, al di là della bontà indubbia di qualche interprete. Questo è, purtroppo. Comunque, a sentire le ultime, sembra che tutto si stia sgonfia do. Ma non potrebbe essere altrimenti.

  6. Io sarei felicissimo facessero la Super league ma senza giocare il campionato. Sarebbe la morte di quelle squadre. I dirigenti di queste squadre sono incapaci a gestirle e nel giro di un paio di anni sarebbero nuovamente indebitati alla grande e sarebbe la fine. Cosa faranno la Super super league. I salvagenti sarebbero finiti e ci leveremmo per sempre dai c…..i gli strisciati. Sono passati dalla Coppa campioni alla Champion ma i soldi per loro non bastano mai.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui