Umiliati

0
633
Nicola, Vagnati e Cairo
Nicola, Vagnati e Cairo

Sharing is caring!

36^ GIORNATA DEL CAMPIONATO 2020/2021

MERCOLEDI’ 12 MAGGIO 2021, ORE 20,45

TORINO  –  MILAN:  0  –  7(p.t.: 0  –  2)

MARCATORI: HERNANDEZ al 19°, KESSIE su rigore al 26° p.t.; DIAZ al 5°, HERNANDEZ al 17°, REBIC al 23°, al 27° e al 34° s.t.

TORINO (3-5-2): SIRIGU; BREMER, LYANCO, BUONGIORNO; SINGO, LINETTY (dall’11° s.t. RINCON), MANDRAGORA, BASELLI (dall’11° s.t. VERDI), RODRIGUEZ (dall’11° s.t. ANSALDI); BONAZZOLI, ZAZA

ALL.: NICOLA

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: LINETTY e BASELLI per gioco scorretto.

CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO.

MILAN (4-2-3-1): DONNARUMMA; CALABRIA, KJAER, TOMORI, HERNANDEZ  (dal 25° s.t. DALOT); BENNACER (dal 1° s.t. MEITE’), KESSIE; CASTILLEJO, DIAZ (dal 17° s.t. KRUNIC), CALHANOGLU (dal 25° s.t. LEAO); REBIC (dal 35° s.t. MANDZUKIC).

ALL.: PIOLI

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: BENNACER per gioco scorretto.

CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO

ARBITRO: GUIDA di Torre Annunziata

E’ stata una disfatta in tutti i sensi, perché oltre ai sette gol subìti, dei granata scesi in campo non uno si è salvato, nemmeno l’allenatore, a dire il vero. Forse i meno peggio sono stati Sirigu e Buongiorno; il portiere cosa avrebbe potuto fare di fronte ad avversari che sbucavano da tutte le parti, e liberi di calciare a rete? E il giovane del vivaio è quello che ha commesso meno errori inuna difesa inguardabile; Bremer, tra l’altro, è riuscito a divorarsi un gol che sembrava già fatto e che poteva riaprire la partita.Mister Nicola ha sbagliato a fare un turnover così ampio, e a mandare in campo Rincon, Verdi e Ansaldi quando la partita era già compromessa. Gravi colpe hanno anche quei granata che hanno preso la partita sottogamba, per usare un eufemismo, perché non hanno ancora capito cosa vuol dire indossare la maglia del Torino; sarebbe bene che cambiassero aria, senza alcun rimpianto da parte di noi tifosi, che siamo veramente stanchi di assistere a prove come quella offerta contro il Milan. Certi giocatori non sono degni d’indossare la maglia granata. Senza fare paragoni con gli Invincibili, che sono stati e saranno Unici, il Torino meriterebbe ben altra posizione in classifica. Non sono mai stato indulgente con i commentatori di Sky, ma ieri sera ho condiviso il giudizio di Adani, quando ha detto che il Torino dovrebbe darsi un gioco, cercare quindi dei giocatori validi, di prospettiva, e non vagheggiare sempre  i cosiddetti “cuori granata”, se vuole veramente fare il saldo di qualità. In passato, il Toro, ha avuto delle squadre forti, che sapevano giocare a pallone,  che incutevano timore agli avversari e vincevano le partite. In squadra c’erano uomini come i compianti Gigi Meroni e Giorgio Ferrini, e tanti altri che prima di arrendersi sputavano l’anima in campo. E’ arrivato il momento di dire basta a questa situazione, il Torino deve voltare pagina, ma veramente, non solo a parole. Non sappiamo come finirà questo penoso campionato, ma in qualsiasi modo possa finire, occorre fare una cosa sola, e cioè azzerare tutto e partire da zero con l’intento di costruire una realtà degna d’essere chiamata Torino.

Franco Venchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui