Nicola: “Siamo bloccati a livello emotivo”

27
1639
Davide Nicola
Davide Nicola

Sharing is caring!

Davide Nicola, allenatore del Torino, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della partita persa contro lo Spezia che mette in pericolo la squadra granata.

EMOTIVITA – «Stiamo pagando qualcosa in termini di emotività. Abbiamo fatto tanto per arrivare, vorremmo chiuderla subito e questo ci ha creato dei problemi. Non c’è tempo né per parlare né di dire altro. Avremo due occasioni ancora e cercare di tirare fuori tutto quello che abbiamo dentro. A livello emotivo siamo contratti, dobbiamo tornare a essere sereni».

 
TURNOVER – «Ormai non è che ci sia molto da fare i calcoli. Mancano due partite e giocano ogni due giorni si cerca di fare turnover. Contro il Milan hanno giocato otto undicesimi di quello che avevano fatto bene a Verona». (calcionews24.com)

27 Commenti

  1. Giampaolo e’ stato un danno pazzesco per noi, ma i giocatori sono avvilenti….sono da sempre tutti scazzati manco fossero fenomeni davvero.

  2. Dai Nicola, lo sai anche tu che non è una questione emotiva, a questi gliene frega poco o niente, invece di scendere in campo col coltello tra i denti si limitano a fare, male, un compitino…
    Cmq pare chiaro che a Roma scenderanno di nuovo in campo le nostre grandi riserve (e in effetti che deve fare?), per preservare i nostri grandi titolari dalla partita col Benevento. Tradotto vuol dire altra sonora sconfitta che sarà sicuramente di buon auspicio per l’ultima sonata in serie A…

  3. Non giocherà mai, e comunque anche lui ha tirato i remi in barca, ad inizio stagione non era, giustamente, convinto a restare, l’hanno obbligato come fecero con NK e questi sono i risultati, e lui cmq è anche presuntuoso, cioè pensa che siano solo i compagni a sbagliare, e oggi avrà fatto 50 lanci (quando spesso aveva un giocatore vicino per ricominciare l’azione o far lanciare lui) e ne avesse azzeccato uno, UNO!

  4. Nicola oggi ha sbagliato la tattica dall´inizio. Sapendo che lo Spezia fa un pressing alto con i tre attaccanti ha colpevolmente lasciato la squadra lunga nel tentativo di non farsi schiacciare. Il risultato e´stato che i tre davanti dello Spezia attaccavano a 5 metri da Sirigu i nostri tre difensori e i centrocampisti arrivavano in ritardo sui raddoppi dei loro centrocampisti. Il risultato e´stato una squadra lunga e sfilacciata contro uno Spezia corto e che correva molto. Noi al solito lenti. Nel primo tempo veniamo messi sotto di brutto e finisce 2-0 solo perche´Saponara prende il palo e Bremer salva sullo stesso Saponara solo verso la rete. Saponara sembrava Messi e lo Spezia il Barcellona. Noi subiamo soltanto. Ripresa con Verdi e diversi cambi. Un rigore riapre la partita e lo Spezia si abbassa molto e gioca di rimessa. Sembra che possiamo venir fuori e invece la solita lentezza e approssimazione permettono allo Spezia di chiudere il conto. Oggi male tutti, incluso Nicola con pesanti responsabilita´. Se giochiamo cosi rischiamo pure di perdere col Benevento. E sottolineo che il Benevento non e´lo Spezia. Non corrono tanto come gli spezzini e hanno enormi problemi in difesa dove commettono spesso errori grossi. Sono in caduta libera a livello di risultati. Dunque dovremmo farcela a salvarci in condizioni appena normali. Ma la squadra vista oggi puo´combinarne di brutte. Prepariamoci alla partita incubo tanto temuta. Doveva essere una via crucis fino alla fine. Incredibile, ma sara´cosi´.

  5. Davide ti voglio bene pero cosi non va
    Tu non hai colpe ma almeno non difendere l’indefendibile
    Con la Lazio almeno evitate un’altra goleada umiliante,e gia scritto che perderemo
    Mai una soddisfazione di chiudere una pratica in anticipo,sempre sofferenza fino alla fine
    Col Benevento se queste sono le premesse tanto vale non giocare e rassegnarci alla B
    La nostra storia degli ultimi 25 anni ormai c’è l’ha insegnato quando partiamo male finiamo peggio i tuoi giocatori non hanno palle ne voglia di lottare stavolta dopo un’illusione iniziale finirà tristemente come purtroppo sempre abbiamo visto il finale…..
    Ho perso la speranza e sono estremamente deluso e triste a vedere una barca come la nostra che affonda ogni giorno sempre più con una lenta agonia che fa soffrire pesantemente……

  6. Questa è una società e anche una squadra che in 3 anni ha bruciato una quantità pazzesca di allenatori, alla fine tutto torna.
    Comunque non è tutto finito, adesso che sono con le spalle al muro devono tirare fuori i coglioni.
    Oggi troppa gente se la faceva sotto in campo.

  7. Tirare fuori le palle o i soldi che,sembra,Cairo deve in termini di stipendi?
    Rumors dicono dell’ennesima furbata del ns che ha promesso(di saldare arretrati) e poi nn mantenuto

  8. Nicola è il meno colpevole della situazione anche lui però ha perso il bandolo della.matassa però voglio fare un appunto siamo senza un capitano mi dispiace per Belotti ma dopo il covid è diventato peggio di Zaza e un capitano che non mette la faccia nelle figure che stanno facendo e smuove le acque non è degno di tale titolo non ha detto una parola una grazie per quello che hanno fatto lui è sirigu ma lo stipendio lo prendono sempre 2milioni di euro dico non 20 mila quindi loro sono i primi colpevoli come cairo e compagni e non sono minimamente difendibili

  9. Ora Nicola dovra´fare un generoso turn over con la Lazio e preparare la sfida col Benevento. A mio avviso, col Benevento, dovra´togliere Sanabria e mettere Zaza che almeno corre e combatte. A centrocampo Baselli al posto di Verdi e sugli esterni Singo e Ansaldi. Centrocampo bloccato e da combattimento e pressione alta delle due punte e degli esterni. Questa e´la squadra. Inutile cercare di piu´. Chiudere gli spazi e tenere lontano il Benevento che col passare dei minuti dovra´rischiare di piu´e concedere spazi. Dovremmo farcela, ma se lo spirito e´quello messo oggi in campo, allora finiamo in B. A quel punto meritatamente.

  10. secondo me con sto 352 non facciamo piu un punto, passerei al 442, basta che gli avversari raddoppiano sulle fasce come fanno tutte le squadre in questo momento e siamo in difficolta. coprire di piu le fasce raddopiando per coprire la difesa e densificare il centrocampo e permettere di ripartire in attaco con un po piu di qualità.
    Oggi non capisco perché dopo sul 2-1, abbiamo rallentato il ritmo invece di infuocare la partita per mettere pressione a loro e perché Nicola è tornato al 352 10 min dopo essere passato al 442 … non capisco.

  11. 1gol:rincon glionito sviene e voivoda si scansa. saponara che sembrava maradona, tira, e izzo cosa fa? Si abbassa. Neanche in interregionale capitano ste cose

  12. Dopo il gol del vantaggio contro il Verona hanno pensato di aver chiuso la pratica salvezza e la squadra ha fatto click…si è spenta d’incanto..la fragilità psicologica che li contraddistingue ormai da un anno e mezzo ha ripreso il sopravvento con l’immediato e inaspettato pareggio del Verona e ora sono cazzi perché tutto ciò che è stato ricostruito da Nicola nella testa dei giocatori si è nuovamente disintegrato e contro un Benevento disperato e affamato ma che sicuramente ci crederà più di noi sarà durissima

  13. Che diamine del cazzo. Ma sono bambini di tre anni che diventano coniglia bagnati per un goal preso ? Secondo me hanno chiesto soldi a Cairo lui ha detto no e ora camminano

  14. Il fattore emotivo nello sport è importantissimo perché limita la capacità prestazionale del 40-45%.
    Il mio allenatore soleva dire che un buon giocatore e’ colui che riesce a riprodurre in partita almeno il 70% di quello che gli riesce in allenamento
    Non esisterebbero,se fosse diverso, i mentali coaches.
    I nostri sono mediamente scarsi(l’unico che sa giocare a pallone è Ansaldi),se aggiungiamo che non hanno alcun supporto né mentale né organizzativo ecco spiegate le prestazioni ed ecco perche’,Immobile escluso(in parte)fuori da Torino hanno fallito (tempi di GPV dove un minimo di organizzazione c’era ).Oggi,scarsi,brocchi,svogliati,falliscono da noi e falliranno fuori.
    Poi ci sono altri fattori che incidono pesantemente(accordi economici)e questo spiega la frittata.
    Quale futuro?
    Con Cairo N E S S U N O
    Senza,sarà comunque buio presto x un po’ di tempo perché c’è troppo da ricostruire,ma almeno si intravvederebbe un bagliore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui