Disastro Toro

0
618
Spezia-Torino
Spezia-Torino

Sharing is caring!

37^ GIORNATA DEL CAMPIONATO 2020/2021

SABATO, 15 MAGGIO 2021, ORE 15,00

SPEZIA  –  TORINO:  4  –  1(p.t.: 2  –  0)

MARCATORI: SAPONARA (S) al 19°, NZOLA (S) su rigore al 42°; BELOTTI (T) al 9° , NZOLA (S) al 29°, ERLIC (S) al 39° s.t.

SPEZIA (4-3-3): ZOET; FERRER, TERZI, ISMAJLI, MARCHIZZA; MAGGIORE, RICCI (dal 12° s.t. LEO SENA), POBEGA (dal 24° s.t. ESTEVEZ); AGUDELO (dal 13° s.t. FARIAS), NZOLA, SAPONARA (dal 32° s.t. ERLIC).

ALL.: ITALIANO

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: AGUDELO e FARIAS per gioco falloso, POBEGA per c.n.r.

CAMBI DI SISTEMA: 5-3-2 dal 32° s.t.

TORINO (3-5-2): SIRIGU; IZZO (dal 10° s.t. SINGO), NKOULOU, BREMER; VOJVODA (dal 1° s.t. VERDI), RINCON (dal 32° s.t. BASELLI), MANDRAGORA, LUKIC (dal 18° s.t. BUONGIORNO), ANSALDI; SANABRIA (dal 18° s.t. ZAZA), BELOTTI.

ALL.: NICOLA

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: VOJVODA, RINCON, BUONGIORNO, BREMER e VERDI per gioco falloso.

CAMBI DI SISTEMA: 4-2-4 dal 1° s.t.; 3-4-1-2 dal 19° s.t.

ARBITRO: ORSATO di Schio

Mister Nicola aveva fatto riposare i cosiddetti titolari contro il Milan, per poi schierarli contro Lo Spezia in una partita molto importante per la salvezza. Ebbene, il Toro ha perso per 7 – 0 contro il Milan, e tre giorni dopo ha subìto un’altra cocente sconfitta da parte degli spezzini, incassando ben 4 gol contro uno realizzato. In due incontri, il Toro ha così subìto 11 reti, collezionando altrettante figuracce: squadra senza gioco e personalità in balìa degli avversari che, per contro, mettevano in evidenza un bel gioco, che fruttava loro ottime vittorie, per il Milan in chiave Champions e per Lo Spezia in chiave salvezza, acquisita con una giornata d’anticipo. Il Toro, invece, si trova in condizioni critiche, nonostante l’inatteso “favore” che gli ha fatto il Crotone, che ha pareggiato 1 – 1 a Benevento con il suo goleador, Simy, autore di 20 reti al pari di Immobile, sul filo del gong.  Il Toro, nelle ultime due partite che gli restano da giocare, dovrà portare a casa un punto, e non sarà facile, sia per condizioni oggettive, sia per lo status mentale dei granata. Simone Inzaghi vorrà senza alcun dubbio aiutare suo fratello Pippo, che guida il Benevento, e quindi farà di tutto per sconfiggere il Toro nella partita di recupero, causa Covid, che si disputerà all’Olimpico di Roma martedì 18 maggio. Il Benevento, poi, arriverà a Torino sapendo di giocarsi il tutto per tutto, e non lesinerà fatica e impegno per sconfiggere il Toro, e conquistarsi una salvezza che vale uno scudetto. Per contro il Toro, se non sarà in grado di ritrovare la serenità, la tranquillità e la determinazione necessarie per superare l’handicap psicologico che lo sta tormentando da un po’ di tempo a questa parte, rischierà di terminare questo campionato nel peggior modo possibile. Mi auguro che il Toro riesca a fare risultato a Roma, contro la Lazio, per non doversi giocare lo spareggio con il Benevento nell’ultima giornata di campionato. 

Franco Venchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui