Passerella finale

0
409
Gleison Bremer
Gleison Bremer

Sharing is caring!

38^ GIORNATA, ULTIMA DEL CAMPIONATO 2020/2021
DOMENICA 23 MAGGIO 2021, H. 20,45
TORINO – BENEVENTO: 1 – 1
MARCATORI: BREMER (T) al 29° p.t.; TELLO (B) al 27° s.t.
TORINO (3-5-2)UJKANI; IZZO (dal 25° s.t. SINGO), BREMER, BUONGIORNO; VOJVODA, RINCON
(dal 40° s.t. BONAZZOLI), MANDRAGORA, VERDI (dal 12° s.t. LINETTY), ANSALDI; SANABRIA (dal
25° s.t. BELOTTI), ZAZA.
ALL.: DAVIDE NICOLA
ESPULSI: NESSUNO
AMMONITI: NESSUNO
CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO
BENEVENTO (3-5-2): MAFREDINI; GLIK, BARBA (dal 1° s.t. PASTINA), CALDIROLA; LETIZIA,
HETEMAJ, DABO, IMPROTA (dal 36° s.t. SANOGO), FOULON (dal 12° s.t. TELLO); GAICH (dal 12°
s.t. LAPADULA), DI SERIO (dal 43° s.t. DIAMBO).
ALL.: FILIPPO INZAGHI
ESPULSI: NESSUNO
AMMONITI: HETEMAJ e PASTINA per gioco falloso.
CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO
ARBITRO: DI BELLO di Brindisi.
E’ finito, finalmente, questo campionato da dimenticare; il Toro si è classificato al 17° posto in classifica, il risultato peggiore dell’era Cairo, al netto delle retrocessioni in Serie B. Era una partita che non aveva nulla da dire, ma contro il Benevento mi sarei aspettato una prova di carattere, per chiudere con una vittoria la stagione, ma così, purtroppo, non è stato. Al gol di Bremer, il quinto della stagione per il brasiliano, il migliore del Toro contro i campani, gol peraltro agevolato da un’errata uscita del portiere Manfredini, ha fatto seguito la rete di Tello, anche in questo caso con la complicità di Ansaldi, che non ha difeso bene sul cross di Letizia. Ansaldi, sempre tra i migliori specialmente nelle ultime partite, contro il Benevento non è parso al meglio della forma, mentre Bremer, come detto, Izzo e Buongiorno, in pratica l’intera difesa, ha giocato una buona partita.
Verdi e Linetty hanno offerto un’altra prestazione insufficiente, e Zaza, al di là dell’impegno, ha dimostrato carenze tecniche. Mi sono stupito nel non vedere in campo Nkoulou, almeno per uno spezzone di partita, perché il camerunense, ancorchè sul piede di partenza, avrebbe meritato d’indossare per l’ultima volta la maglia granata, considerato l’impegno che ha profuso, in particolare nei moment topici della stagione. Il Gallo Belotti ha giocato gli ultimi venti minuti, mentre Sirigu non è sceso in campo lasciando al suo posto ad Ujkani. Chissà se Belotti e Sirigu indosseranno ancora il granata nella prossima stagione. L’impressione è che abbia più probabilità di restare al Toro Sirigu, perché credo che Belotti sia propenso a cambiare aria, per trovare una squadra con più ambizioni. A meno che Cairo, tramuti in realtà quanto affermato subito dopo la conclusione del campionato, e cioè che è pronto ad allestire una buona squadra, che ci faccia dimenticare in fretta gli ultimi due pessimi campionati, e che possa trovare stabile collocazione nella parte alta della classifica. In questi giorni si stanno facendo tante ipotesi, anche per quanto
riguarda l’allenatore. Rumors indicano in Juric il prossimo Mister del Toro, anche se il rinnovo di Nicola, che ha portato i granata ad una salvezza tutt’altro che facile, è ancora in agenda. La figura dell’allenatore è senza dubbio importante, ma è in primo luogo fondamentale che la proprietà sia in grado e voglia allestire una squadra veramente competitiva. Il Presidente Cairo ha detto che ha sofferto troppo nei due ultimi campionati, e lo stesso abbiamo fatto noi tifosi, che vorremmo veramente rivedere quel Toro che incuteva timore a tutte le compagini, anche quelle più blasonate, e che spesso portava a casa dei risultati entusiasmanti. Voglio essere ancora una volta fiducioso, perché credo che il Presidente Cairo desideri effettivamente dare più lustro al Toro,
tuttavia è necessario attendere gli sviluppi del mercato, prima di esprimere un giudizio sul Toro che verrà.

Fanco Venchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui