Juric sul mercato: “non siamo intervenuti su niente, anche dopo che ho parlato quest’estate”

7
1872
Ivan Juric
Ivan Juric

Sharing is caring!

Ivan Juric, allenatore del Torino, ha presentato in conferenza stampa il prossimo match contro il Bologna

Ivan Juric, allenatore del Torino, ha presentato in conferenza stampa il prossimo match contro il Bologna. Le sue dichiarazioni.

BOLOGNA – «Sabatini ha costruito benissimo la squadra, sono stati inseriti giocatori ottimi e giovani. Con Arnautovic hanno una fisionomia ancora superiore. Dobbiamo cercare di vincere, ma sarà molto dura. Anche quando giochiamo di sera ci alleniamo a quest’ora».

INFORTUNATI – «Mandragora dovrà trovare ancora ritmo, non possono ancora contare su di lui. Pobega era un po’ affaticato, sta giocando tanto e non è abituato: vediamo se ci sarà, ma sta migliorando. Ansaldi è recuperato ma magari non dall’inizio, mentre Djidji è fuori e per gli altri ci siamo».

SALTO DI QUALITA’ – «Veniamo da due pareggi subiti in rimonta, nel secondo tempo a Cagliari dovevamo resistere ma non ci siamo riusciti. E’ già successo, c’è da lavorare ed è un aspetto a livello di cognizione e di crescita emotiva».

SOCIETA’ – «Non siamo intervenuti su niente, anche dopo che ho parlato quest’estate. L’obiettivo era completamente diverso. Ciò che conta è la squadra, a volte mi sembra che si accontentino di competere bene. Non è sufficiente, serve più cattiveria perché le occasioni passano. Stiamo lasciando per strada vari punti, dobbiamo migliorare. Siamo tosti, ma non raccogliamo: voglio un salto di qualità in questo, diventando più consapevole delle occasioni che abbiamo».

MERCATO – «Le cose si fanno a luglio e ad agosto. L’obiettivo è migliorare i giocatori che ho, questa è la mia squadra e la sento bene. Tutti possono dare di più. A gennaio non è un mercato che stravolge, perciò sono contento di come si allena la squadra ma cercando di migliorare». (calcionews24.com)

7 Commenti

  1. non avete messo il passaggio piu importante: “Sono stra soddisfatto della squadra, chiariamoci. Ma l’obiettivo era diverso, in generale, non c’è stata l’idea di realizzare l’idea globale, come era nella mia testa. E su questo si era fatto lo 0%. Non è che io faccio bordello e poi prendono due o tre giocatori, questo non è lavoro, è una barzelletta. Lavoro serio è tutta una roba diversa”
    Un uomo cosi schietto noi non lo abbiamo mai avuto in panchina.
    Grande Juric, punti o non punti, sei sempre più il mio Mister.

  2. -Proprio non vorrei che tutte queste continue frecciatine un domani possano ritorcersi contro lui. Non mi pare proprio che il personaggio a cui sono indirizzate continuerà a rispondere, quando lo fa, sempre con blande risposte diplomatiche. Il mio timore è che se dovesse giungere un prolungato periodo di vacche magre la sua reazione potrebbe essere quella a cui da tempo ci ha abituati .C’è da augurarsi che il lauto ingaggio che il nostro mister percepisce possa essere un valido freno contro eventuali decisioni avventate.
    FVCG (ora e per sempre).

    • Secondo me lo fa apposta, tanto lui è in una botte di ferro: 2 milioni di euro a stagione. Se lo mandano via, che secondo me è quello che vuole tanto ha capito che qui il suo progetto è e sarà irrealizzabile, si prende lo stipendio e non lavora, se resta e fa con quello che ha se porta a casa risultati bene per il Toro ma soprattutto per lui perché troverà società che lo prenderanno se non farà risultati sarà colpa della società. In ogni caso Juric è un bene per il Toro perché farà, spero, aprire gli occhi a chi difende ancora Cairo. Secondo Voi, perché parla così bene di Belotti? Perché ha capito che è stato preso in giro dalla presidenza come lo è stato lui stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui