Toro di sostanza e di qualitá

0
778
Juventus-Torino
Juventus-Torino

Sharing is caring!

ANTICIPO DELLA 26^ GIORNATA DEL CAMPIONATO DICALCIO – SERIE A – STAGIONE 2021/2022 

VENERDI’ 18 FEBBRAIO 2022, ORE 20,45

JUVENTUS  –  TORINO:  1  –  1

MARCATORI: DE LIGT (J) al 12° p.t.; BELOTTI (T) al 17° del s.t.

JUVENTUS (4-3-3): SZCZESNY; CUADRADO, DE LIGT, ALEX SANDRO, LU. PELLEGRINI (DE SCIGLIO dal 1° s.t.); ZAKARIA, LOCATELLI (ARTHUR dal 29° s.t.), RABIOT; DYBALA (Cap. – Mc KENNIE dal 9° s.t.), VLAHOVIC (KEAN dal 29° s.t.), MORATA.

ALL.: ALLEGRI

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: CUADRADO per proteste.

CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO.

TORINO (3-4-2-1): MILINKOVIC-SAVIC; DJIDJI, BREMER (BUONGIORNO dal 44° s.t.), RODRIGUEZ; SINGO (ANSALDI dal 34° s.t.), LUKIC, MANDRAGORA, VOJVODA; POBEGA, BREKALO (PJACA dal 29° s.t.); BELOTTI (Cap. -SANABRIA dal 34° s.t.).

ALL.: JURIC

ESPLUSI: NESSUNO

AMMONITI: LUKIC e MANDRAGORA per gioco scorretto.

CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO.

ARBITRO: MASSA di Imperia.  VAR: MAZZOLENI di Bergamo.

Il 154° Derby della Mole in campionato è finito in parità, ma ai punti i granata avrebbero meritato la vittoria. Si è visto un bel Toro, concentrato, determinato e voglioso di disputare una buona partita, sia per dimenticare in fretta le due ultime scialbe prestazioni, sia per onorare la Stracittadina. Mister Juric ha disposto bene in campo la squadra, con Pobega risultato molto efficace nel contrastare Locatelli. Un super Brekalo, il migliore in campo, ha servito l’assist a Capitan Belotti, grintoso come non mai, che ha realizzato la rete del pareggio, al suo rientro da titolare dopo l’infortunio patito il 28 novembre 2021. La difesa granata è stata granitica, ed ha avuto in Bremer il suo caposaldo; il brasiliano ha annullato per la seconda volta Vlahovic, a distanza di diciotto giorni da quando il serbo militava nella Fiorentina. Tutti promossi i granata, eccetto Milinkovic-Savic, che ancora una volta è parso indeciso, perché avrebbe potuto intercettare il cross di Cuadrado trasformato in gol da De Ligt con un colpo di testa. E’ importante proseguire su questa strada e portare a termine con successo il campionato, ma se si pensa ai probabili addii di Belottie di Bremer, ci si chiede come potrebbe essere il “nuovo Toro” senza questi due elementi che si stanno dimostrando fondamentali. La squadra è stata costruita bene con l’intento di dare inizio ad un percorso di crescita per ambire a traguardi ambiziosi, e Mister Juric è il tecnico adatto per compiere questo percorso, ma non sarà facile sostituire questi due giocatori, che fanno gola a diverse squadre di cosiddetta prima fascia. In ogni caso, se si vuole effettivamente far crescere il Toro, è necessario che la Società faccia tutto il possibile per perseguire questo obiettivo, perché la Storia del Toro e i suoi tifosi meritano di gioire per prestazioni come quella offerta in questo Derby, grazie ad una squadra di carattere, di qualità, che deve avere nel suo DNA la vittoria, e che, finalmente, ha messo alle corde un avversario fastidioso.

Franco Venchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui