Toro spuntato, oggi è mancata qualità.

0
715
Samuele Ricci
Samuele Ricci

Sharing is caring!

Un punticino a Bologna, con una vittoria ai punti che serve a nulla. I due miracoli di Skorupski nel primo tempo e il palo scheggiato da Brekalo sanciscono l’inutile vittoria morale, dal momento che la squadra di Miha non ha quasi tirato in porta. Poco però per vincere. Gioca il Toro ma non sfonda, ha rifiatato Belotti, non molto di più ha fatto Brekalo, manca Praet e la sua qualità. Il Toro è la squadra dei cinque principali campionati europei che ha segnato meno in trasferta, insieme al Getafe. Pochissimi punti fatti fuori Torino. Oggi dietro non abbiamo sofferto nulla o quasi, a parte una bell’azione studiata da Miha che ha portato Svanberg al tiro in mezzo all’area. Palla deviata e solo calcio d’angolo. Per il resto perfetto Bremer, bene Dijidi, attento Berisha. In mezzo Mandragora ha combattuto, Ricci deve imparare ma si farà. Timido Singo che però si sa non sta bene. Pobega nella posizione avanzata continua a non dispiacermi, non gli si possono chiedere i lampi di Praet. E in mezzo al campo con Svanberg e Medel il Bologna è solido. A loro mancava Arnautovic a noi Lukic, Praet, Vanja e Pellegri, che a questo punto ci sarebbe da chiedersi cosa sia venuto a fare a Torino. Probabilmente a curarsi. Mi chiedo poi se Juric poteva fare qualche cambio prima, tipo avvicinare al Gallo Seck, o Pjaca per Brekalo. Ma siamo onesti soprattutto Pjaca non ha fatto impazzire nessuno in questo periodo. Incredibile se pensiamo a un mese fa, Torino vs Sassuolo, emiliani umiliati ma salvi nel punteggio, da lì noi siamo spariti, salvo il derby, loro volano. Con tante scelte però in attacco, Berardi, Scamacca, Raspadori  cosa che a noi manca. Dopo tanti mesi di stop gli alti e bassi del Gallo ci stanno. Ora la classifica dice che ci aspettano quattro mesi di limbo, le prime sopra vanno troppo veloci, e noi ci siamo impiantati. Bisogna fare i punti necessari a centrare la salvezza senza rischiare. E provare a mettere dentro qualche giovane anche a costo di sbagliare. Non possiamo stare quattro mesi a leggere dove andrà Bremer, o dove scrivono i giornali che andrà, per vendere qualche copia di più.

Toro spuntato, oggi è mancata qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui