Le pagelle di Cremonese-Torino

10
2208
Le Pagelle
Le Pagelle - di Sandro Mellano

Sharing is caring!

Milinkovic Savic: attento e sicuro in un paio di conclusioni pericolose, incolpevole sul gol della Cremonese. (6,5)

Schurrs: ottimo esordio per il giovane difensore olandese, Juric lo impiega a destra e poi al centro della difesa e lui se la cava molto bene in entrambe le posizioni. Molto bravo anche nelle incursioni offensive. (7)

Buongiorno: prestazione di buon livello ma ci sono ancora troppe sbavature che lo portano a fare falli da ammonizione; comunque pedina di sicuro affidamento. (6)

Rodriguez: si conferma leader silenzioso della squadra e della difesa, difficilmente superabile, forse un po’ poco reattivo in occasione del gol della Cremonese. (6,5)

Singo: si è rivisto, almeno nel primo tempo, il giocatore dirompente delle passate stagioni; sempre da migliorare la precisione e la gestione delle forze, nel finale è in affanno. (6)

Linetty: sta scalando le gerarchie grazie a prestazioni di sacrificio e tanta sostanza. Feroce nel pressing, si merita mezzo voto in meno per una occasione colossale che si divora. (6,5)

Ricci: patisce ancora partite di pura battaglia come questa, nel secondo tempo, quando l’avversario cala di intensità, torna padrone del centrocampo. (6,5)

Aina: a parte la buona accelerazione che porta al gol del vantaggio, fa un passo indietro rispetto alle prime due giornate; errori in serie che portano a qualche fallo di troppo. Si prende una ammonizione e viene sostituito. (5,5)

Vlasic: primo tempo sontuoso al quale fa seguito un calo nella ripresa. Con il concorso del difensore avversario segna il gol del vantaggio e si rende protagonista di giocate di alto livello. (7)

Radonjic: mamma mia! Da strofinarsi gli occhi, corre, strappa, dribbla e segna il raddoppio dopo un’azione da play station avviata da un suo geniale colpo di tacco. Gli dò mezzo voto in meno per alcune conclusioni che doveva sfruttare meglio. (7,5)

Sanabria: legare il gioco lo lega, manovrare coi compagni manovra, però il mestiere del bomber prevede anche di liberarsi per il tiro e lui, anche stasera, non lo fa mai. (5,5)

Subentrati:

Vojvoda per Aina (11’ s.t.): sostituisce il compagno ammonito e mette subito in campo la sua classe; da manuale l’azione che, con il suo assist, porta al raddoppio granata. (7)

Djidji per Buongiorno (25’ s.t.): entra nel finale e dà il suo apporto nei finale di sofferenza. (6)

Lukic per Radonjic (40’ s.t.): s.v.

Pellegri per Sanabria (40’ s.t.): s.v.

Juric: come ha scritto giustamente Diego nella sua rubrica, se Cairo lo ascoltasse di più e se negli ultimi giorni di mercato gli garantisse le pedine che ancora mancano siamo sicuri che ci divertiremmo un sacco. (7)

Sandro Mellano

10 Commenti

  1. Bongiorno almeno 7 ( non ha sbagliato nulla) anche i commentatori non facevano altro che incensarlo; Singo e Aina non hanno giocato male tutt’altro fanno la fascia 50 volte a testa ci sta che in alcune circostanze non siamo lucidissimi ma hanno giocato bene.

  2. Aina a me piace. su e giù sulla fascia un casino di volte, ci sta che a volte perde palla. Di meglio x ora non c’è… xke sempre contro!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui