Le pagelle di Inter-Torino

28
1809
Le Pagelle
Le Pagelle - di Sandro Mellano

Sharing is caring!

Milinkovic Savic: non deve fare un intervento sino al 74’ quando sventa un colpo di testa di Skriniar. Incolpevole sul gol. (6)

Djidji: se la cava molto bene su Lautaro che lo mette in difficoltà solo in un paio di occasioni. Altra prova positiva. (6,5)

Buongiorno: preferito a Schuurs si occupa positivamente di Dzeko, vincendo quasi tutti i duelli anche se si evidenzia ancora qualche incertezza. (6,5)

Rodriguez: sempre sicuro e concreto, solo un grande Handanovic gli nega, su punizione, il primo gol in maglia granata. (6,5)

Lazaro: non si evidenziano errori ma non si ricordano spunti di rilievo se non qualche cross poco pericoloso. (6)

Lukic: in crescita rispetto alle precedenti partite, ancora lontano dal giocatore dello scorso anno nella costruzione e negli inserimenti, risulta molto efficace nei recuperi difensivi. (6)

Linetty: si sente la sua presenza a centrocampo soprattutto quando viene sostituito. Prova a rendersi pericoloso in attacco. (6,5)

Vojvoda: a parte un paio di cross completamente sbagliato, è padrone della sua fascia e mostra una buona intesa con Vlasic. (6,5)

Seck: titolare a sorpresa se la cava bene con qualche buon spunto, ancora da migliorare la parte conclusiva delle azioni. (6)

Vlasic: è l’arma in più del Toro, da ogni pallone giocato si ha l’impressione che possa nascere qualcosa di pericoloso. Handanovic gli nega il quarto gol consecutivo dopo una bella azione personale. (7)

Sanabria: lotta come un leone e rischia quando l’arbitro gli mostra il cartellino rosso che poi il Var cambia in giallo. Ha un’unica ghiotta occasione e la vanifica con un colpo di testa debole, a riprova di non avere l’istinto del bomber. (6)

Subentrati:

Ilkhan per Linetty (24’ s.t.): ha tanto coraggio e tanta personalità ma manca di esperienza, si perde Brozovic in occasione del gol e, purtroppo, è l’episodio che decide la partita. (5,5)

Radonjic per Seck (24’ s.t.): pur non avendo tanto tempo per mettersi in evidenza, si rende protagonista di una azione che sfocia in un tiro che Handanovic sventa con un grande intervento.(6)

Zima per Rodriguez (31’ s.t.): all’esordio in campionato entra al posto di Rodriguez e mostra più di una incertezza, la peggiore quando perde la palla in una ripartenza consentendo all’Inter di avviare l’azione che porta al gol partita. (5)

Singo per Lazaro (45’ s.t.): s.v.

Pellegri per Sanabria (45’ s.t.): s.v.

Paro: la squadra gioca senza timori e, per le occasioni create, avrebbe meritato ben di più. Purtroppo si evidenziano le lacune a centrocampo, quando al posto di Linetty sarebbe servito un giocatore esperto e fisico e invece l’allenatore è stato costretto ad inserire il promettente ma troppo acerbo Ilkhan. Sicuramente ci sarà un motivo che da fuori non conosco, però non mi è chiara la sostituzione di Rodriguez con Zima messo fuori posizione. Perché non Schuurs al centro e Buongiorno a sinistra? 

Sandro Mellano

28 Commenti

  1. Manca quello che sappiamo.
    Un centrocampista fisico e di buona gamba .Oggi il pareggio era assolutamente giusto.
    Buona partita,ben interpretata.
    Ovviamente con 5 sostituzioni le partite cambiano completamente e se nn hai la possibilità di farle….

    • Però all 85simo avevi ancora due cambi da fare anche solo per spezzare il ritmo all Inter…averli fatti al 90simo che senso ha? Dopo aver preso il goal? Errore della panchina…peccato perché un punto era più che meritato…ho ancora il nervoso…io è da quest’estate che dico che la mancanza del centrocampista fisico l avremmo pagata cara…e in partite come questa ci se ne accorge eccome..

      • I buchi di vedono e sentono..con due cambi giusti la vincevamo anche …per il gol quel cross a palombella deve essere del portiere e basta. È alto due metri con un uscita normale brozovic cosa faceva ?? Nulla

        • Ooooohhhhhhh finalmente !!!!!!!!!!
          Ma allora c’è qualcuno che ne capisce……
          Con la stazza che ha, nell’area piccola non ci deve entrare nessuno e i cross dovrebbero essere tt suoi…..

  2. Non sono convinto che Milinkovic non abbia responsabilità sul gol : il cross di barella era bello ma lento, nell’area piccola, a quel punto della partita, deve uscire e andare a prendere la palla. Allo stesso modo una bella fetta di responsabiltà ce l’ha anche Zima che perde una palla facile facile che innesca poi il cross. Infine il giovane turco che non mette proprio la gamba. Direi 33% per ognuno dei tre.

  3. La colpa è dei tecnici e del loro staff: ottimi allenatori tutti e due, ma mediocri, forse peggio di Giampaolo nel leggere partite e apportare cambiamenti.
    Viene da ridere quando sento parlare di grandi club. Tra il Torino anzi la cairese e un grande club passa la differenza che c’è tra scalare il monte Bianco e il k2.
    Non parliamo poi del preparatore dei portieri. Uno neppure buono per l’ivrea in Eccellenza.
    Se non si fa punti contro una squadra rimaneggiata con la testa alla Champions tra due giorni e reduce dalla solita figura di menta contro le riserve del Bayern, beh, che evitino di parlare di miglioramenti.
    Ma il colpevole di tutto sappiamo chi è.
    Vi ricordiamo che ci sono stati generali granata a pianezza il 9 ottobre.
    Hotel Gallia.

  4. Un tifoso del 99,
    Il cross attraversa l’area piccola !!!!!
    Quello è “territorio riservato”, ci dovrebbe essere il cartello “limite invalicabile” come nelle zone militari.
    Tutto ciò che entra lì deve essere suo. Questo perché ha mezzi fisici che gli altri portieri non hanno.
    Te lo immagini Brozovic che si vede arrivare addosso un colosso come Savic? Secondo te accetta lo scontro?

    • Nn so da dove ti venga il dogma che nell’area piccola il padrone è il portiere xke’ nn è così e chiunque abbia fatto il portiere almeno in Promozione,te lo può spiegare.
      Poi metti che,come spesso succede,il portiere in ritardo di piazzamento,esce e travolge Brozo.
      Rigore e sai quante critiche al lungagnone.
      Ciò detto una piccola percentuale di colpa può anche averla però nn la responsabilità maggiore.
      Aggiungi che Brozo tocca il pallone di punta in modo assolutamente strano e,x me,neppure voluto.
      Comunque le colpe sappiamo dove stanno

  5. -Ritengo che il goal subìto sia dovuto ad una mini serie di errori per cui dare la colpa ad un singolo non lo ritengo appropriato. Piuttosto (col senno di poi) trovo strano l’aver fatto subentrare Zima anzichè Schuurs.
    FVCG (ora e per sempre)

    • Può essere vero ma nel momento in cui Zima perde il pallone Savic deve essere conscio che probabilmente l’Inter avrà un’occasione da gol e quindi toccherà a lui salvare il risultato.
      Quel che mi fa rabbia è che i mezzi li ha, e non pochi. Avesse la grinta di Sereni prenderebbe 10 gol a stagione……

  6. Può Savic non essere stato reattivo nell’inserimento di Brozovic (che segna non sa neanche lui come) ma se si dimentica la dormita ciclopica,, quella sì, di Zima, che si fa soffiare il pallone con neanche all’oratorio quando poteva fare qualsiasi cosa, oltretutto recidivo, lo aveva già fatto pochi minuti prima, e l’errore di Ikjan, cmq più giustificabile per l’età del turco, allora non so cosa dire.
    E, ripeto, non sono di certo un tifoso di Savic, anzi, ma metterlo come principale responsabile della sconfitta di ieri, è assolutamente demenziale.
    Anzi, ieri con i soliti precisi lanci è stato il primo regista della squadra.

    • Primo, demente lo vai a dire a tua sorella.
      Secondo, se il portiere è “l’ultimo difensore ” vorrà dire qualcosa.
      Terzo, precisi lanci sempre su Sanabria che venivano regolarmente presi da Skriniar.
      Quarto, quindi la colpa della sconfitta è di Zima, giusto?

      Te lo ripeto, vai a commentare gli scavi x la metro….. Come tutti gli anziani normali….

  7. Oh, ma che cazzo di risposta è questa?
    Ho scritto che è demenziale dare tutta la colpa a Savic in questo caso e lo confermo, se poi per questo ti senti insultato è un problema tuo non mio.
    Ho spiegato anche il perché più volte ed ho detto che non sono un Savic a prescindere.
    Invece di darmi stupidamente dell’anziano, vatti a rivedere l’azione dall’inizio, anzi guarda com’è entrato Zima in campo e guarda cosa combina all’inizio di un’azione che non doveva manco nascere. Punto.
    Ah, a differenza tua e non solo tua, io non prendo un giocatore come capro espiatorio e do sempre a prescindere tutte le colpe a lui, ma Valuto quello che vedo di volta in volta, senza pregiudizi, quindi non sono io a dover andare a vedere gli scavi.
    E come leggi dai commenti non son di certo l’unico a pensarla così su Savic ieri. Ma guarda te…

    • No, se tu lo santifichi DEVONO santificarlo tutti altrimenti si commette peccato di lesa maestà.
      Chi capisce di calcio sei solo tu, gli altri nn capiscono un cazzo.
      Ho sempre sostenuto che con il fisico che ha tutto quello che passa nell’area piccola deve essere roba sua invece rimane SEMPRE SEMPRE piantato sulla linea di porta.
      E Brozovic ringrazia.

      • Ed io ti ripeto che ho sempre criticato Savic e l’ho sempre considerato un non portiere.
        Nella situazione specifica, ieri ha avuto molto meno colpe del giovane turco e soprattutto di Zima che è entrato molle e totalmente deconcentrato (e non solo nel gol).
        Io al posto di Jyluric lo farei riflettere un mesetto in tribuna.
        Poi pensala come vuoi.

  8. Ma mica mi offendo. Però mi sembra disamina lucida dare responsabilità anche al portiere, non è una bestemmia. Caso mai estraniarlo dall errore è demenziale e denota poca competenza.

  9. Zima ha perso malamente la palla, il cross (lento) di Barella e la posizione di Ilkan possono aver tratto in inganno Savic, la topica non è del portiere, che tra parentesi ieri ha parato tutto quello che poteva (vedere colpo di testa di Skryniar)…. poi se ce l’avete con Savic a prescindere è un altro paio di maniche….

  10. Gli errori sono d8 tanti e la costante di questi errori è che nessuno riesce a mai a mettere una toppa; sbaglia per me Zima a perdere palla in quel modo, ma il Toro era un po’ che non ripartiva più e dovremmo chiederci perché Zima, che non aveva mai giocato dall’infortunio precampionato, viene messo in campo in una zona non sua. C’era da spostare Buongiorno e mettere Schuurs, ma credo che il pensiero di Paro sia stato quello di non muovere dal centro chi fino a quel momento non aveva sbagliato, perché aveva più paura di Dzeko e Lautaro e non sappiamo quali fossero le condizioni dell’olandese. Certo Adopo con il senno di poi aveva i piedi da centrocampista e maggiore confidenza con la palla, ma aveva giocato come braccetto di dx con il Monza e l’Inter, perdonate, ma è un’altra cosa. Il ragazzino ha fatto l’errore classico di chi è attratto dalla palla e ha perso l’uomo, ma i suoi errori vanno perdonati perché è giovane e deve poter sbagliare per crescere. Certo che se avessimo avuto il centrocampista fisico, magari avrebbe giocato con il Lecce, ma avrebbe riposato ieri, perché i giovani vanno dosati, ma sappiamo di chi è la colpa. In ultimo Vania, l’uscita è uno dei fondamentali dove balbetta, difetta in posizione, occhio, presa e soprattutto ha paura dello scontro fisico. Con il Lecce aveva mancato una presa nel 1 tempo e lo aveva salvato Rodriguez, nel 2 tempo aveva mancato l’uscita ma non c’erano maglie giallorosse, ma gli errori erano stati comunque 2. Chiaro che sul passaggio a 2 orari di Barella, deve uscire perché è l’unico che può vedere lo sviluppo dell’azione e perché checche’ se ne dica la palla nell’area piccola deve essere del portiere, chiederei sul punto una parere al Giaguaro, ma anche a Lido Vieri. Il punto però è che invece di coprire un errore di un compagno, hanno sbagliato in sequenza altri due e questo a noi capita e non di rado.

  11. Ieri si è vista la differenza tra un portiere e uno che portiere per ora non è.
    Ieri si è vista la differenza tra un organico completo (al di là dei nomi) e un organico incompleto. Il risultato finale è stata la logica conseguenza di quanto sopra, forse (dico forse) anche favorita da qualche scelta del mister.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui