Juric: “Prendere la strada giusta per fare risultato”

7
299
Ivan Juric
Ivan Juric

Sharing is caring!

Torino, le parole di Juric, in vista della partita contro l’Empoli: «Non ho questa percezione così grave. Il campionato è appena cominciato»

Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa in vista della partita contro l’Empoli. Di seguito le sue parole.

SITUAZIONE DIFFICILE – «Non ho questa percezione così grave. Il campionato è appena cominciato, ci sta che possa girare meglio o peggio. L’abbiamo preparata come sempre, l’Empoli è anni che gioca lo stesso calcio pur cambiando allenatori. E’ una società che si conferma da anni, è difficile perché stanno facendo molto bene».

IMPORTANZA DELLA PARTITA – «Le vittorie e i punti aiutano, bisogna farli sempre. Ora dobbiamo prendere la strada per arrivare a fare risultato: è un gruppo cambiato, abbiamo perso una cosa e non so se ne abbiamo guadagnato altre. Ho visto tante belle cose, anche nella costruzione, e sono curioso di vedere quale strada prenderemo. Siamo in una situazione grigia, né l’uno né l’altro. Dobbiamo prendere la strada positiva, cercando di eliminare i difetti. E’ il momento più bello per un allenatore quando c’è questo brio, magari è un qualcosa di diverso rispetto a quello che penso ma è bello. Anche a Napoli ho visto tante cose belle e che volevo. Ora devo trasformare il gruppo in qualcosa di vincente».

USCIRE DALLA ZONA GRIGIA – «Mi auguro il prima possibile. L’anno scorso era tutto un po’ più chiaro: eravamo tosti, ma proprio tanto. E per tirarci in porta ci voleva tanto…A novembre sono andato in depressione, in piazza Bodoni urlavo e non capivo perché non riuscivamo a giocare. Adesso siamo tosti a tratti, facciamo buchi anche se vedo sintonia nei movimenti. Ora voglio essere un po’ più tosto e aumentare la qualità, spero che già domani riusciamo a fare un passo in avanti. Quanto ci vuole? Un allenatore non ha tempo, devo fare presto. Per essere più forti devi mettere i pezzi, ora abbiamo incognite: quelli di oggi riusciranno a fare meglio di quelli dell’anno scorso? Radonjic sarà concentrato o lo perderò? Miranchuk può tornare quello di una volta? Davanti e in mezzo ho perso…C’è differenza su determinate situazioni anche tra Pobega e Linetty, penso alle palle alte. Io sono curioso, questo è il mio più bel momento: mi piacerebbe davvero riuscire in questa missione». (calcionews24.com)

7 Commenti

  1. le sue conferenze sono sempre vere, dice quello che pensa senza filtri, ed è una gran cosa
    e, soprattutto con i toni che ha usato chi riteneva che avesse tirato i remi in barca si sbaglia di grosso, lui non è un uomo così, finché sarà l’allenatore del Toro lotterà come un leone per portare risultati
    poi certo ha chiarito che se perdi Bremer, Pobega, Mandra e Belotti nn sei + tosto, forse hai + qualità ma, fino ad ora si è vista solo a tratti. E fa sempre rabbia pensare che con un centravanti prolifico, un centrocampista alla Pobega (cioè fisico, tipo Makango) e un Lazovic (cioè un giocatore che gioca a tutta fascia con caratteristiche anche offensive) poteva essere una gran bella squadra, e, badate bene, senza spendere una fortuna…

  2. Fa benissimo Juric a sottolineare nuovamente che urbano roberto gli ha smembrato la squadra dell’anno scorso.
    Che poi qui qualcuno parli, anche, di migliore tecnica, sono stati presi dei giocatori forse da sufficienza che, peraltro, la tecnica sinora l’hanno fatta vedere con Monza, Cremonese e Lecce.
    E che restano, ad oggi, giocatori in prestito che non verranno acquistati.
    Tranne l’olandese.

  3. La conferenza mi sembra una risposta inequivocabilmente evidente a quanti,qui,scrivevano di un mister che ha tirato i remi in barca o,addirittura,che si è fatto espellere appositamente.
    Evidentemente nn hanno capito proprio niente del mister e nemmeno delle dinamiche pallonare.
    Da lui ci arriva un segnale netto di professionalità e nn è poco in un mondo dove tale caratteristica dovrebbe essere sovrana e invece,soprattutto fra i calciatori,raramente si evidenzia.
    Chapeau.
    Che poi nn sia soddisfatto dell’andazzo societario nn c’è bisogno di rimarcarlo e infatti pare che ultimamente sia stato molto chiaro con il GTDC.
    A gennaio devono essere fatte alcune cose(gli era stato detto fin da maggio che certe operazioni in estate nn sarebbero state compiute ma che la rosa sarebbe stata completata a gennaio).Se sarà così,bene Se no credo si troverà un altro datore di lavoro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui