Longo: “Non abbiamo alibi, dovremo saperci adattare”

21
430

Sharing is caring!

 Il Torino di Moreno Longo dovrà spingere sull’acceleratore alla ripresa della Serie A: i granata sono scivolati in una pessima situazione in classifica e non si potranno permettere cali di concentrazione, come ha ribadito il tecnico ai microfoni ufficiali del club: “I ragazzi si sono presentati al meglio, vogliono ripartire dopo questa lunghissima e strana pausa. In questi giorni stiamo lavorando su tutti i fronti: dobbiamo assolutamente riportare i giocatori in una condizione ottimale, poi dobbiamo tornare a curare gli aspetti tecnico-tattici su cui stavamo lavorando a febbraio”. Ma l’obiettivo più importante è un altro: “Il Toro deve ritrovare quell’autostima che nell’ultimo periodo era mancata. Perché ci sono le potenzialità per fare sicuramente meglio. Bisogna dunque pensare positivo e conquistare punti con le prestazioni già contro il Parma.

Mancano 13 giornate alla fine, un terzo buono di stagione regolare: “Questo vale per tutti: tutte le squadre saranno in queste condizioni e si partirà alla pari. Non voglio che la mia squadra possa avere alibi nella testa, noi dovremo essere abili ad adattarci. La capacità di adattamento potrà fare la differenza”. Il Toro ha perso già Baselli (rottura del crociato e stagione finita) e Verdi, ko oggi per un guaio muscolare: “Ci dispiace per Daniele, è un giocatore molto importante per noi, ma sono sicuro che chi gocherà al suo posto non lo farà rimpiangere”. I cinque cambipotranno tornare utili per ruotare tutti i protagonisti della rosa: “E’ una novità congeniale, specie nelle prime partite quando la condizione sarà precaria per tutte le squadre è una novità che darà la possibilità ai giocatori di rifiatare.

Longo si focalizza poi sul prossimo avversario, il Parma di D’Aversa“Ha un’identità ben precisa costruita negli anni, ma che nell’ultima stagione ha saputo evolversi. Il loro diktat tattico non si basa più solo sui contropiedi, ma hanno imparato a costruire gioco. Il campo dirà chi tra noi e loro ha lavorato meglio”. Ovviamente si giocherà a porte chiuse: “Giocare senza pubblico è molto difficile; i tifosi sono parte integrante del nostro lavoro, sono coloro che rendono affascinante tutto quel che noi facciamo, e la nostra tifoseria è calda e preziosa. Ma non vogliamo alibi: dobbiamo saperci adattare ed essere pronti a fare quello che dobbiamo fare”, conclude Longo.

(fonte tuttosport.com)

21 Commenti

  1. Questo è lo spirito giusto! Chiunque scenderà in campo dovrà dare TUTTO per uscire dal pantano della zona retrocessione. Poi DOPO si discuterà di mercato, dell’allenatore, di come si potrebbe indurre cairo a lasciare….tutto sacrosanto ma DOPO

  2. Condivido ciò che ha detto Moreno.
    La situazione è quella che è, unica, ma vale per tutti. Noi abbiamo una rosa striminzita, ridotta all’osso, ma questa squadra non è da B e ha avuto tre mesi di tempo per ricaricare le pile e per assorbire i dettami del nuovo allenatore. TUTTI devono dare tutto, senza scuse.

  3. Tutta la mia simpatia, ma la vedo durissima. Fuori Baselli e pure Verdi, quelli che sulla carta dovevano costruire il gioco e innescare le punte. Spero nella buona sorte e nei risultati peggiori degli avversari. Speriamo che la squadra non sia rassegnata e abbia almeno voglia di lottare. Speruma bin. FVCG.

  4. Longo ha ragione, dice sempre la cosa giusta
    ma, fidatevi, lo spettacolo di burlesque è appena cominciato
    sperando non si trasformi in un grand guignol

  5. -Sarà il giusto momento per ricompattarci tutti quanti, verso un unico obbiettivo e con un unico grande grido verso il cielo:FORZA VECCHIO CUORE GRANATA!!! (ora e per sempre).

  6. -Sarà il giusto momento per ricompattarci tutti quanti, con un unico obbiettivo ed un unico grande grido verso il cielo :FORZA VECCHIO CUORE GRANATA!!!( ora e per sempre).

  7. Excalibur, l’hai mai visto il film “Quei bravi ragazzi”?
    A un certo punto viene presentato un personaggio chiamato “Jimmy 2 volte” per quel suo vizio di ripetere sempre le frasi 2 volte.
    🙂

    • -Tengo precisare che il mio non è un vizio ma bensì un errata prima risposta da parte del sito al mio post originario.GRAZIE prof.

  8. Ora ti do una dritta:
    Dopo che hai cliccato “pubblica commento”, non ti fidare della risposta del sito. Per sicurezza fai “Copia” di ciò che hai scritto, ma quasi sempre non ce n’è neanche bisogno. Esci dalla pagina e rientraci, il commento che pareva rifiutato comparirà magicamente. Eviterai così i commenti doppione + il messaggio di scuse, caro Jimmy 🙂

    • -Jmmy farà tesoro dei tuoi preziosi consigli,sperando di non più incorrere in commenti doppione,temendo però di ricascarci, data la mia scarsa domestichezza con il p.c.(mi scuso da autentico VECCHIO cuore granata).

  9. Dobbiamo salvarci facendo il possibile e anche l’impossibile… Sono ottimista. La squadra, però, dovrà dare tutto ciò che da febbraio non ha più dato.
    Mister Moreno è un Cuore Granata! Ce la faremo.

  10. Exaclibur: è successo pure a me. Segui la dritta giusta di Corti che lo faccio anch’io. In ogni caso non è grave la ripetzione visto che dici cose sensate . Forza Vecchio Cuore Granata

  11. Bravo Giovanni. Io purtroppo sono molto meno ottimista, visto che abbiamo una Rosa striminzita contro formazioni come Genoa Samp e Lecce che hanno rose larghe come juve o inter….

  12. E comunque ribadisco:
    Le parole di Longo esprimono grande voglia e fiducia nel lavoro suo e della squadra, rifiutando ogni alibi.
    Un atteggiamento lodevole che si spera sia seguito da fatti concreti. Lui probabilmente si sta giocando una carta fondamentale per la propria carriera, ma qui di fatto, specie tra quelli che lo hanno accolto come il figliol prodigo, sono in pochissimi a credere realmente in ciò che dice, regna la negatività più assoluta.
    E’ assurdo che uno dei meno entusiasti del suo arrivo, come me, stia qui a spronare la gente a dargli fiducia. Assurdo considerarci già retrocessi a meno di chiusura definitiva anticipata dei giochi. Per quanto inconsapevolmente e in antitesi al nanetto (ir)responsabile, si manca di rispetto in primis alle capacità del vostro beniamino.

  13. si ma scordiamoci i contrasti e le marcature asfissianti, con le regole nuove quel che conta è la qualità,l’agonismo serve al 30%. Servono piedi buoni, serviva liaic adesso col fioretto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui