Il Toro è un cantiere aperto, la Viola ne approfitta

0
627
Salvatore Sirigu
Salvatore Sirigu

Sharing is caring!

Il Toro è un cantiere aperto, la Viola ne approfitta.

Il Toro si presenta a Firenze da vittima sacrificale, poche partite alle spalle, tenuta atletica precaria, e squadra largamente da completare. Sul regista poi, e non da adesso, si sono scritte e dette milioni di parole. E non arriva mai. Stavolta il tormentone è Torreira. Ed è chiaro per chi non l’avesse capito, non credo il Mister, ma quanto il Presidente, che Rincon non può ricoprire quel ruolo. Non è una questione di carisma o impegno, sono i piedi che non vanno. Oggi poi ho visto nell’occasione del gol di Castrovilli un Ansaldi saltato con facilità enorme. Zaza ha sbagliato un passaggio elementare da scuola calcio, che avrebbe mandato in porta il Gallo. Il Toro del primo tempo ha giocato, con criticità dovute tutte a uomini fuori ruolo. Nel secondo non è esistito. Calo fisico ha detto il Mister. Vero ma che non diventi un alibi. La coppia difensiva centrale ha fatto ancora qualche pasticcio di troppo, Izzo adattato a terzino mi lascia perplesso. Detto ciò è uno dei nostri calciatori con più mercato, se andasse via va sostituito, non tanto come ruolo ma come esperienza e vigore fisico nella retroguardia. E parlo dell’Izzo nella versione dello scorso anno. Sirigu ci salva in due occasioni, mostrando la solita strepitosa classe tra i pali. Soffriamo il centrocampo più tecnico dei viola, ma anche la prepotenza fisica di Koume davanti. Troppo fermi e poco ispirati Berenguer e Verdi, quando è subentrato. Insomma in generale c’era la sensazione oggi di una squadra fatta, finita, che sente di dover affrontare il campionato da protagonista. E un’altra, il povero Toro, che ancora non ha capito su chi può contare, che fa il compitino ma senza nessun entusiasmo. Partiamo a fari spenti dice Urbano, partiamo senza certezze, questa è la verità. Chi avrebbe detto, dopo la disastrosa prova di luglio e quel fine campionato vergognoso, alla ripresa di ritrovarsi la stessa ossatura di squadra? 15 giorni per mettere i tasselli giusti e cedere gli esuberi. O chi vuole andarsene. Solo dopo si valuterà Giampaolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui