Izzo: “È un abbraccio perché il mister se lo merita, è una bella persona”

34
1487
Armando Izzo
Armando Izzo

Sharing is caring!

Di seguito le parole rilasciate a SKY dal difensore granata Armando Izzo al termine di Napoli-Torino:

Siamo delusi perché sappiamo benissimo che negli ultimi minuti prendiamo sempre gol. Bisogna alzare l’attenzione e uscire da questo momento veramente delicato”.

Sull’abbraccio con Giampaolo dopo il gol: “È un abbraccio perché il mister se lo merita, è una bella persona al di là del fatto che ho giocato poco per infortuni e momenti poco felici. Ma lui è una bella persona. Noi stiamo vivendo un momento negativo, ma l’attaccamento alla maglia c’è. Io credo che ne usciremo tutti insieme perché vedo come la squadra si allena in settimana”.

Sul futuro: “Abbiamo solo tre giorni di pausa. Bisogna fare vita sana perché il campionato riprende subito, ora dobbiamo metterci a fare punti. Serve giocare con gli attributi e giocare da uomini veri”.

34 Commenti

  1. Anche Salgari ha scritto Sandokan e il corsaro nero senza muoversi da casa come voi scrivete sui social ma poi in campo sembrate dei pensionati va ciapa di rat va Izzo fame el piasi

  2. izzo che vedi che tu n ion capisci un izzo, giampaolo è uno che di calcio non capisce un izzo, leggi un po tutti icommenti dei veri allenatori che ci sono qui, che loro sanno bene come sdi allena una squadra, hanno tutti non uno ma 3 4 patentiti ed hanno allenato un sacco di sqyuadre importantissime sai? giampaolo è uno che lo fa apposta a perdere le partite sai? appena siamo iun vantaggio cosa fa? tira il freno a mano, dice telepaticamente al portiere di non parare nessun tiro e poi toglie apposta belotti che non ha mai preso un faoo iun tutta la partita, è fresco come una rosa cosi’ che non tiriamo piu’…
    tutti verissimi e bravissimi allenatori, di sta ceppa però…..

  3. Noi siamo sempre alla ricerca del capro espiatorio per poterlo massacrare e sfogare la ns frustrazione; è un retaggio da caccia alle streghe che a Torino è la base di tutto… Bisogna ripartire da Izzo, Sirigu, Singo e Belotti. Tutti gli altri possono essere anche sostituiti ma se si vuole salvare la stagione questi 4 sono imprescindibili al di la dell’allenatore.
    Io non avrei mai e poi mai preso Giampaolo ma ora va difeso e messo nelle condizioni di lavorare ascoltandolo anche sul mercato.

  4. Che GP sia simpatico e una brava persona e’ fuori discussione ma che sia il mister adatto a gestire la situazione attuale e’ tutt’altra questione.

  5. Quando si comincia a parlare di capro espiatorio, si cominciano a crear3 gli alibi e dopo un po’ arriverà il soilto refrain, è colpa dei tifosi; per fortuna che i tifosi non vedono la squadra da un anno di fantastici risultati sono sotto gli occhi di tutti, salvo che qualcuno voglia raccontarci la storiella che quello che si scrive sui social incide sulla squadra.
    Quello che al contrario manca da sempre a Torino è una lucida e spontanea autocritica, per la messe di stupidaggini fatte finora; va detto che GP l’ha pure fatta una sorta di assunzione di responsabilità per la classifica della squadra, ma subito dopo ha parlato di retaggio della stagione precedente, utilizzando la classica tecnica del gambero passo avanti e passo indietro che dice tutto, ossia more solito non dice niente. Quando spiegherà i goal presi negli ultimi minuti, che sono tutto meno che una caratteristica dello scorso anno; le sostituzioni regolarmente sbagliate, nei tempi, negli uomini e nei ruoli, salvo che qualcuno voglia dimostrarmi in quale delle 14 partite giocate un nostro cambio abbia modificato in nostro favore l’inerzia della partita. Faccio io il primo esempio: con i Viola Ansaldi era in debito di ossigeno dalla fine del 1 tempo, lui aveva Murru, acquistato ad hoc dopo l’infortunio di Rodriguez: ebbene ha lasciato in campo l’argentino fino a quando Chiesa lo ha asfaltato sulla fascia ed è andato a fare il cross decisivo di quella partita. Se non a fare questi cambi elementari il mister a cosa serve? È chiaro o no che con 5 cambi si possono giocare più partite nella stessa partita, perché c’è la possibilità di cambiare faccia alla squadra? Guardare per credere il match della Lazio; Inzaghi toglie Ciro e il serbo, e mette in campo Akpa e Pereira. La Lazio che era diventata padrona del campo non fa più un’azione decente, il Milan prende fiducia e guadagna metri con quel micidiale terzino Theo hernandez e va a vincere la partita. Eppure Inzaghi aveva Caicedo e infatti il suo mancato ingresso e’ già un caso da loro. Ad avercelo noi uno come Caicedo. Ma ieri invece di Belotti che si sarebbe riposato da lì a 5 minuti per dieci intere giornate e che non zoppicava ne’ aveva chiesto il cambio, andava cambiato Verdi e poteva utilizzare Edera o anche Gojack arretrando Lukic e certamente non andava inserito Meite, avendo dimostrato Segre, tutte le volte che è entrato, di essere subito presente. Ma poiché non sono io a dover convincere nessuno, basta andare a guardarsi il suo modo di interpretare la partita nelle passate stagioni, partendo da quella nel Milan e riguardando la partita con noi, dove nel 1 tempo eravamo stati messi sotto. Poi nel 2, la partita è cambiata con la doppietta di Belotti e lui non è stato in grado di modificare il corso della partita.

  6. ed ecco l’ultimo arrivato col patentino di coverciano, lui che vede bene chi e’ in debito d’ossigeno e chi no, chi va cambiato prima e non dopo e sioprattutto con chi va cambiato, lui che allena la squadra trutti i giorni, mica l’allena giampaolo, nooooo, l’allena lui, lui che conosce benissimo le condizioni fisiche di ciascuno perchè e’ medico piu bravo egli altri, lui che conosce schemi e tattiche degli avversari e sa benissimo dove colpirli…. ahahahahahahahahah….

  7. Claudio Sala secondo me hai ragione. I cambi sono importanti e possono incidere in maniera decisiva. Nessuno vuole essere allenatore,ma le partite e le dinamiche le vediamo anche noi.vediamo chi lotta e corre e chi no. tutte ste teorie lasciano il tempo che trovano. Se non c’è lucidità in panca non vi può essere in campo,ci vuole più esperienza , perdere tempo,le solite cose che vediamo fare alle altre squadre.bisogna svegliarsi .cerchiamo gente scaltra che porti quello che manca dalla panchina.

    • Guido c’è chi ha giocato a calcio e chi chiacchiera e gli dà voce, basta lasciarloragliare, in fin dei conti ognuno può dire la sua. Sui cambi ripeto basta riguardare l’andamento delle partite, altrimenti c’è quella che si chiama tesi avversativa dov’è bisogna portare almeno una qualche argomentazione. Detto questo, noi la squadra non la vediamo allenare, ma la vediamo giocare e almeno io praticamente tutte le altre, oltre alla Liga, Premier e Bundesliga e quindi una qualche idea piuttosto precisa me la sono potuta fare. Siamo quelli che corrono meno da anni, su questo ci sono le statistiche e quelli che hanno meno possesso palla nella metà campo avversaria, prima con Ventura e poi da Mazzarri in poi. Un intermezzo c’è stato con Miha, che, non avendo di fatto una difesa, e facendo giocare Iago e Ljajic, che il meglio lo danno negli ultimi 30 metri di campo avversaria, cercavano di recuperare subito palla per non perdere campo ed efficacia e finché siamo stati assistiti dalla condizione fisica è stato un bel vedere. Poi come sempre sono mancati gli uomini perché questa proprietà ha sempre fatto 30 e mai 31 e non era certo il mercato invernale quello dove da 15 anni a questa parte abbiamo cambiato le nostre sorti e probabilmente nemmeno questo sarà diverso.

  8. ma lo vogliamo fare un discorso serio una volta oppure ci si diverte solo a scivere putt**te?
    ma che izzo di squadra ha in mano giampaolo?
    partiamo dai portieri, ceh sono 4 e già la dice lunga sul mercato ma andiamo nel deyttaglio:
    Sirigu, ottimo, portiere della Nazionale, peccato però che è dall’anno scorso che s’è rotto il izzo e che vuole andar via, questa estate aveva gia’ preparato la valigia però poi vagnati gli ha detto di aspettare perchè sarebbero successe cose, e infatti fino alla prima con la viola è restato ed ha giocato come suo solito pero’ poi ha capito/visto che non è cambiato niente e s’è rotto defnitivamente il izzo e di li in avanti è stato spettatore non pagante, ogni tiro degli avversari un gol, fine.
    M.Savic Vania: forse diventerà buono, per adesso nulla di eccezionale ma neanche così schifoso, vedremo..
    Rosati+Ujkani: SV
    Difesa: partendo da N’Koulou, passando per Lyanco e finendo a Izzo, 3 giocatori che hanno detto chiaramente di voler andar via già l’anno scorso, e invece sono restati, perché? forse perché nessuno li ha voluti dopo il campionato scorso? forse perche’ nessuno ha dato i soldi che chiedeva cairo? forse per tutte e due i motivi? forse, però sta di fatto che la difesa nel 2020 ha preso la bellezza di 80 reti, qualcosa vorrà dire no? poi ci sono i nuovi, rodriguez e murru e vojvoda, di 3 forse ne fanno 1 buono, ma forse…poi ci sono Singo e Ansaldi, il primo davvero una bella soropresa in positivo assieme a Buongiorno, mentre Ansaldi oramai e’ chiaro che e’ un ex-giocatore di calcio, non è piu’ affidabile…poi c’è rincon, messo come play basso che dovrebbe dettare i tempi per la ripartenza del gioco ma che ha i piedi delicati come uno scaricatore di container portuali…poi ci saono Bremer e ferigra, il primo gioca un po si ed un po no, ha degli altri e bassi di rendimento, il secondo non si sa perche’ non ha mai giocato….
    e la difesa e’ finita…
    centrocampo: sulla carta sono 7, in realta’ sono 6 perchè baselli e’ fuori per recuperare dall’intervento al crociato, eppoi di rincon s’è gia’ detto, restano:
    Meitè: sono finiti gli aggettivi per descriverlo, vanno da indisponente a lento come un bradipo a uno che perde palle in modo seriale, ed ongni palla persa da lui fa andare l’avversario quasi matematicamente in rete, da regalare…
    Gojak: arrivato l’ultimo giorno, non capiva l’italiano, adesso nvece ancora, poi il covid, poi non e’ che sia un fenomeno che da solo ti risolve le partite anche perchè come lee risolvi?
    Linetty: uno che finora ha fatto il compitino e basta, ma non è un fenomeno e da solo non risolve le partite..
    Lukic: altra sorpresa lieta assieme a Singo anche se e’ stato provato e trovato come trequartista quando giampaolo voleva ancora giocare col 4-3-1-2, adesso che gioca col 3-5-2 sìè perso nella mediocrita’ anche lui…
    Segre: volenteroso e bravo, mai stato un fenomeno pero’ almeno prima si dannava l’anima poi però da quando i tifosi lo hanno sfancu**to per la storia della foto con la maglia di dybala s’è rotto il izzo pure lui…
    e il cenjtrocampo e’ finito ancke lui…
    attacco: in attacco la disanima è ancora più semplice: c’è solo belotti, punto. tutti gli altri? quali altri? Zazza è un fannullone, uno che prende 1,5 mio l’anno e non si riesce a mandare a fanc??o da nessun altra parte, non c’ha voglia, chi glie lo fa fare? sta qui e prende il grano, beato lui. da ringraziare cairo e petrachi per sto gran bel pacco regalo, fanc**o…Millico e Edera sono 2 ragazzotti che andrebbero mandati in B un paio d’anni, e poi lasciati li, tanto non sono fenomeni manco loro, un po alla barreca per dire…in quanto a bonazzoli da dire che è in prestito, almeno quello, ma mi sa che l’affare l’ha fatto ranieri a mandarcelo e non noi a prenderlo…infine Verdi, mister 25milioni, altro affare del izzo di cairo e non spreco nemmeno una riga..
    quindi i signori allenatori, tanto bravissimi, mi voglio per favore dire chi sarebbe mai in grado di cavare sangue da sto gruppo di rape considerando anche che quelli con maggior tasso tecnico e/o qualità non ne hanno più manco per il izzo di giocare con la maglia granta addosso? io dico che manco gesucristo potrebbe fare il miracolo, magari un punto o 2 in più ma magari, nonè manco detto sai, forse con gesucristo sulla nostra panchina il tiro di caceres da 30 metri sarebbe finito in tribuna ancziche nel 7, forse il tiro di insigne sarebbe finito fuori anziche nel 7, forse il tiro di edera sarebbe finito dentro anziche’ sulla traversa, chi può dirlo, sono dettagli, dettagli che hanno contribuito alla classifica attuale, dettagli che murigno avrebbe potuto correggere? non so, ditemelo voi….

  9. La squadra ha lacune enormi,ma una squadra materasso con dilapida 23 punti.quali squadre di bassa classifica ha subito rimonte da situazione di vantaggio come il Toro,? Questa squadra è da registrare con 3 – 4 innesti non dico super ma discreti. avete visto la rosa del Benevento? ???? Meno teorie e più praticità. Direi un calcio stile Ranieri per esempio….e non ditemi che la Samp e più forte di noi

  10. Giampaolo avrà pure la sua visione mistica del calcio che magari è anche affascinante,ma la classifica ci dice che purtroppo dobbiamo giocare un calcio diverso. Vagnati cerca di prendere gente con i coxxxxxi!!! Noi tifosi sappiamo che intendo dire…….senza andare troppo indietro: Brevi,Muzzi,Pestrin,Loria,Gazzi,etc…i profili ci sono e bisogna saperli prendere

  11. La cairese non è una società di calcio come tutte le altre. La cairese è un po’ stipendificio, un po’ outlet, un po’ allevamento, un po’ comunità di recupero e convalescenziario, un po’ compagnia teatrale itinerante, un po’ società finanziaria.
    Il codice istat dell’attività dovrebbe poter annoverare un centinaio di cifre per rappresentarla correttamente.
    La sintesi è meglio espressa dalla classifica dove tra le 20 di serie A sta al suo posto , l’ultimo.
    Senza una dipartita dell’innominabile al peggio non vi sarà mai fine.

  12. Leggo troppe critiche a Giampaolodopo un pareggio a Napoli. Il Toro è da secoli che non giocava in questo modo sui campi del Napoli, della Juve, dell’Inter per citare quelli dove il Toro ha secondo me giocato con coraggio. Non ha saputo mantenere i risultati positivi acquisiti con merito nella prima ora di gioco con Inter e Gobbi e si è fatto raggioungere oltre il 90esimo dal Napoli
    Questo si somma al fatto che con la Lazio si vinceva fino al 90esimo, mentre con la Roma il Toro è stato defraudato della possibilità di provare a giocare
    In poche parole con le più forti il Toro ha provato a fare la partita e per lerghissimi tratti ha messo in diffcoltà le più forti
    Ciò significa che Giampaolo ha le idee chiare su cosa vuole dalla su squadra
    Le rimonte sono tutte legate a cali di concentrzione o paura di vincere, un problema mentale che non è colpa di Giampaolo e che lui sta cercando di risolvere.
    Ci sono tanti modi per cercare di tirare fuori la squadra dalle secche delle sue paure mentali o debolezze strutturali: uno di questi è trovare risultati importanti. Finora sono mancati, senza di essi è dura, chissà se questo bel pareggio aiuterà.
    Un altro è creare gruppo. E su questo Giampaolo, nonostante qualche lite di spogliatoio che ricordo non è composto da educande, credo sia riuscito a lavorare, basti vedere l’esultanza dopo il gol di Izzo.
    Un altro ancora è far sentire TUTTI importanti e non lasciare nessuno per strada perchè di tutti c’è bisogno. Ecco spiegati i cambi . L’unico cambio che io non avrei fatto è quello di Meitè per Lukic. Ma qui subentrano altri discorsi. Innanzitutto del senno di poi le fosse sono strpiene e stare qui a sindacare giudicare e smarronare seduti sulla sedia dietro la tastiera e DOPO la partita è quantomeno troppo comodo. Invito i vari allenatorei e tecnici esperti e professionisti a sedersi loro sulla panchina di qualisasi squadra di A o di B , per saggiare che significa dover fare risultato a ognicosto.
    GP ha messo Meitèperchè avrà visto Lukic stanco e nello stessomomento voleva dare un po di minutaggio a Meitè che lui sta disperatamente cercando di fare crescere o tornare quello che era 2 anni fa. Non poteva immaginare che in 5 soli minuti potesse fare danni, e in effetti il gol di Insigne è solo in parte una sua colpa , la colpa maggiore è di Singo a cui si puo perdonare qualche sbavatura. Serve a crescere.
    Giampaolo ha bisogno di tutti e lo dimostra il reintegro di Sirigu e di Izzo.
    Non bisogna guardare la classifica perchè se la guardi è una botta al cuore. Il tempo per rientrare in gioco per posizioni più decenti e di sicuro salvezze certe c’è tutto.
    Comeho scritto vale la pena insistere con Giampaolo ma Cairo dovrebbe mettersi per una volta la mano sulla coscienza e sul portafogli a Gennaio per dare una mano a GP

  13. Ogni cambio è un input fortissimo che dai alla squadra.sono messaggi ,ordini, chiamali come vuoi ,ma incidono non solo a livello tecnico tattico ,ma anche psicologico. togliere Belotti è come togliere Ibra al Milan, Lukaku all inter, non so se mi sono spiegato . Poi volevo fare una domanda: se in panca ci fosse mihajlovich, dove sarebbero ora zazza e meite? Niente di personale…

  14. Ho pensato un po’ a ste parole.
    O è Izzo è falso o qualcosa è successo prima di toro udinese. Possibile che Cairo abbia escluso esonero e che prima di toro udinese i giocatori o parte giocassero contro.
    Risultato sconfitta in extremis con Udine e due punti nelle altre due che segnano invertenza di trend
    Stiamo a vedere.

  15. Mariano
    Vedo che a turno tu e altri contunuate a cercare cabine asciutte sul Titanic .
    La passione per ìl Toro rende comprensibili questi strabismi nei quali pertanto non entro.
    Solo sorprese eventuali dal mercato potranno però confermare questo tipo di sensazioni, mentre per il resto tutto procede da piano.
    La squadra é ultima, il piccolo é saldo al suo posto, sempre ben protetto dalla contraerea ovina.
    Buon Natale

    • Sono complottista lo sai.
      Possibile sia stata firmata tregua armata: voi non giocate contro il mister, massimo impegno, il mister vi fa giocare a condizione siate in buona forma, a giugno liberi tutti con salvezza matematica.

      • Ci sta, e sarebbe anche nel loro interesse dato che se giocano di me**da chi è quella squadra che li prenderebbe? solo una di bassa classifica e non è neanche detto visto che gli ingaggi che hanno al Toro non sono proprio quelli di giocatori scarsoni, quindi….

      • E sarebbe la terza volta dopo i patti con Mazzarri e Longo puntualmente disattesi da cairetto. Possibile, non sapendo, non lo si puo escludere.
        Servono comunque non meno di 8 vittorie e non più di 9 sconfitte, una media punti cioè vicina al girone di andafa di Mazzarri.
        Impossibile per questa rosa piena zeppa di muratori, a meno che non arrivi uno dai piedi buoni.
        Sai di quelli un po’ prime donne tipo Ljajic , o Ramirez, che tanto poco piacciono ai tifosi e a quello di corsivi granata, contenti dei Bonazzoli e dei gojak. Tranquilli, Cairetto vi ha dato quintalate di fabbri e muratori, tutti spacciati per grandi prospetti strappati ad altri, ma guarda caso a forza di prospettare é finito con quasi 2 piedi in serie B.
        Comunque di nuovo tranquilli, quelli che sanno giocare a calcio costano tanti eurini (veri), ammesso che gli altri li vendano e che loro siano disposti a venire, quindi non arriveranno e alla cairese si continuerà solo a far girare le betoniere. Basterà per salvarsi? Io non creto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui