Le pagelle di Torino-Juventus

3
780

Sharing is caring!

Sirigu: prende l’ennesimo gol in mezzo alle gambe, ma Chiesa era a due passi. Poi tutta una serie di belle parate più una strepitosa su tiro di Bentancur (7)

Izzo: in difficoltà in un paio di occasioni nelle quali non contrasta efficacemente di testa Morata e Ronaldo però, soprattutto nelle fasi finali, mette in campo tutta la sua grinta e la sua esperienza (6,5)

Bremer: anche nella inconsueta posizione di centrale difensivo gioca la solita splendida partita. Difensore di livello internazionale. (7,5)

Buongiorno: non tremano le gambe al canterano del Toro, non spicca ma non si ricordano errori. (6)

Vojvoda: nel primo tempo viene regolarmente asfaltato da Chiesa e non si propone quasi mai all’attacco. Nella ripresa si nota solo per un bel traversone per il colpo di testa di Sanabria che per poco non regala la vittoria al Toro (5,5)

Rincon: il derby è la partita giusta per lui e, infatti, l’affronta con una grande determinazione; soliti errori dovuti ai piedi non impeccabili e un tiro a colpo sicuro che impatta contro un avversario (6,5)

Mandragora: grande acquisto invernale, dà i giusti tempi, mette tanta grinta e non disdegna mai il tiro, in una occasione la conclusione finisce a fil di palo, nella seconda obbliga Szczesny ad una respinta che Sanabria ribadisce in gol (7)

Verdi: finalmente una buona prestazione in una posizione a cui non è abituato; secondo Nicola potrebbe essere il suo futuro. Manca ancora la sua qualità in fase di ultimo passaggio ma, questa sera, corre, lotta e recupera anche qualche bel pallone. (6,5)

Ansaldi: nel primo tempo è un costante pericolo sulla fascia e mette qualche bel cross, nel secondo limita le discese ma si rende molto utile in difesa. (6,5)

Belotti: il Gallo non è al top della condizione fisica, lotta come sempre e forse si procura un rigore che, arbitro e VAR non gli concedono, però nell’occasione aveva ciccato la palla. Sostituito nel finale. Non meriterebbe la sufficienza però, se avete già letto le mie modeste pagelle, io al Capitano, a meno che non faccia solo errori, non do mai l’insufficienza. (6)

Sanabria: l’eroe del derby, non si vede tantissimo ma segna due gol pesantissimi, il primo di rapina e il secondo sfruttando un assist involontario di Kulusevski, bravo comunque a liberarsi per un tiro di sinistro che il portiere della Juve non trattiene (7,5)

Subentrati:

Lukic per Rincon (21’ s.t.): entra con la giusta determinazione recuperando qualche pallone e rendendosi protagonista di qualche buon inserimento offensivo (6,5)

Zaza per Belotti (27’ s.t.): non pervenuto soprattutto nel compito di far risalire e rifiatare la squadra (5,5)

Baselli per Verdi (42’ s.t.): non ha tempo per mettersi in mostra, però batte una punizione sulla quale Szczesny sfodera una parata salva risultato (6)

Allenatore

Nicola: la squadra c’è e lui dimostra di avere idee sorprendendo tutti con la mossa Verdi terzo di centrocampo. Deve ancora lavorare molto sull’approccio alla partita, sembra che il Toro si svegli solo dopo aver preso uno schiaffo….a volte due. (6,5)

Sandro Mellano

3 Commenti

  1. Indipendentemente da tutto bisogna dare merito a Nicola di aver ridato un anima alla squadra; anche i singoli ne beneficiano (vedi un Sirigu più reattivo e concentrato). Bravo Mister, voto 7.

  2. A me piace molto anche il fatto che insista su Ansaldi a sinistra.
    C’è chi non approva per il fatto che è avanti con gli anni e soffre i giocatori veloci, ma rimane un giocatore di qualità, materia di cui non abbiamo certo abbondanza, il grande Cristian è uno dei miei preferiti.
    Mandragora e Sanabria poi sono innesti mirati che hanno pagato subito, e il merito è tutto del mister.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui